FUMETTI VIDEOGIOCHI TV CINEMA
Il nuovo gusto del cinema

Superman: i suggestivi artwork di Daniele Moretti

Fonte: BadTaste.it

Si chiama Daniele Moretti, ed è un graphic designer appassionato di locandine. Alcuni dei suoi lavori li avete visti recentemente: sono gli artwork e i manifesti di Dylan Dog, ma un progetto che ha attirato particolarmente la nostra attenzione è scaturito dalla pura passione.

Si tratta di tre suggestive locandine per Superman: The Man of Steel, realizzate da fan del film di Zack Snyder, che potete vedere qui sotto, subito seguite dalla nostra intervista. 

 

 

SUPERMAN : Man Of Steel (2012) ARTWORK

 

SUPERMAN : Man Of Steel (2012) ARTWORK

 

SUPERMAN : Man Of Steel (2012) [Teaser Poster]

 

UPDATE: Eccone un quarto!

 


 

 

Come sei arrivato a fare il graphic designer di Moviemax?
In undici anni di lavoro, partendo dai biglietti da visita, passando poi per i volantini dei supermercati.
Nel 2005 mi si è aperto uno spiraglio nel mondo discografico e un paio d'anni dopo l'opportunità di mostrare i miei lavori all'ex-presidente della Moviemax Rudolph Gentile e all'attuale Amministratore delegato Guglielmo Marchetti. Da lì è iniziata la bellissima occasione di lavorare per il cinema.

Lavori anche per altre compagnie?
No, anche perché per contratto non mi è possibile.

Come realizzi i tuoi poster?
L'artwork finale passa sempre attraverso programmi di computer grafica (Photoshop fra tutti), questo significa che ci possono essere diverse fasi di lavorazione, dalla fotografia alla pittura al disegno a mano libera. Proprio come per la pittura, possiamo parlare di tecniche miste. Solitamente la base sono materiali fotografici,
posati o scatti di scena forniti dalle produzioni, ai quali possono aggiungersi foto realizzate ad hoc (da me o da chi della fotografia ha fatto una professione), come per il teaser poster di Dylan Dog – Il Film. Proprio quando ho la possibilità di unire diversi tipi di espressione, la cosa diventa interessante, perché non sai mai cosa può uscirne fuori.

Da dove trai solitamente la tua ispirazione?
Molto spesso mi ispiro, o più che altro guardo con adorazione, ai magnifici lavori di Drew Struzan, sognando di poter lavorare anche io, un giorno, su titoli alla pari di Indiana Jones o Star Wars. Bisogna puntare sempre al massimo. Ma ci sono anche agenzie che sanno insegnare molto come la BLT&ASSOCIATES o la IGNITION PRINT, solo per citarne un paio.

Come mai hai deciso di realizzare dei fan poster di Superman? Sei un fan o hai un obiettivo preciso (lavorare negli states, magari proprio agli artwork di Superman)?
Da quando avevo dieci anni la mia testa è stata immersa nei fumetti; amavo leggerli, disegnarli, sognarli. Ad oggi non è cambiato poi molto, e poter lavorare a Dylan Dog, che per anni mi ha fatto viaggiare con la fantasia (anche se in posti lugubri e terrificanti), mi ha entusiasmato! Ultimato questo lavoro mi sono semplicemente chiesto a che cosa avrei voluto lavorare, e così è nata l'idea di fare qualcosa sul Superman di Nolan e Snyder. Ho trovato grandiosa l'idea della Warner Bros nel voler recuperare a tutti i costi uno dei personaggi fondamentali della storia del fumetto americano. Di materiali ufficiali non ce ne sono ancora, e la domanda che mi sono posto è stata "Cosa si inventeranno?". L'obiettivo era solo uno, mettermi alla prova, cercare di essere all'altezza solo dei grandi. Tutto il resto poi sono sogni, non avrei mai pensato di creare tanto rumore.

Come hai realizzato i poster di Superman?
Anche qui parliamo di "tecniche miste", partiamo da disegni e pittura digitale supportati da materiali fotografici. La parola d'ordine era la semplicità, pochi elementi realizzati con cura, il resto è tutto lasciato all'osservatore.

 

 

Discutiamone nel Forum