Una vicenda più appassionante di una puntata di Narcos, la serie Tv targata Netflix peraltro basata sulla vita di Pablo Escobar e degli agenti che, negli anni, hanno lavorato per debellare il cartello della droga di Medellìn di cui era leader insieme ai fratelli Ochoa.

Riavvolgiamo il nastro.

Lo scorso 8 gennaio, il boss del del narcotraffico messicano capo del Cartello di Sinaloa Joaquín “El Chapo” Guzmán viene arrestato di nuovo (si tratta della terza volta nel corso della sua “attività”) a Los Mochis.

Stando a quanto rivelato dall’Associated Press, le autorità messicane sarebbero riuscite a rintracciare la posizione del narcotrafficante anche “a causa di Sean Penn”, che, fra la fine di settembre e l’inizio di ottobre del 2015, è riuscito a incontrare El Chapo per un’intervista pubblicata un paio di giorni fa dal Rolling Stone.

 


Il celebre magazine Mashable ha pubblicato una divertente lista dei 14 momenti più WTF del pezzo, in maniera tale da evidenziare come, fondamentalmente, si sia trattato di un’evenzienza all’insegna del nonsense: una star di Hollywood che ha la possibilità di ottenere un’esclusiva del genere mettendo sostanzialmente in luce quelli che, secondo i detrattori dell’attore/regista sono i suoi principali difetti, ovvero il narcisismo e una certa punta di presunzione mista a vanagloria. Ma anche degli inquietanti punti di contatto fra il mondo del cinema e quello del denaro sporco.

Trovate l’articolo di Mashable a questo link.

Ebbene, come conseguenza di questa “sortita” Sean Penn si ritrova ora sotto indagine da parte delle autorità messicane, come riportato da Variety. Visto che per pianificare il meeting, la star e il narcotrafficante sono stati in contatto per mesi e mesi, in maniera tale da organizzare tutto in maniera certosina e sicura, le forze dell’ordine dello stato centroamericano sarebbero particolarmente interessate a capire perché Penn non abbia condiviso le informazioni in suo possesso sul ricercato.

Come già riportato, l’intervista si è tenuta a inizio ottobre e Penn: in quei giorni è stato accompagnato nel compound di El Chapo dall’attrice messicana Kate del Castillo, star della telenovela prodotta da Telemundo “La Reina del Sur”, dove interpreta una spietata leader del narcotraffico. Il tutto dopo la mediazione di un produttore chiamato “Espinoza” nell’articolo.

In un twist che pare già pronto a essere traghettato sul grande schermo, tanto Penn quanto del Castillo si ritrovano adesso sotto indagine.

In calce potete trovare il video di El Chapo che Rolling Stone ha pubblicato a margine dell’intervista: