Andrew Haigh, regista di buona parte degli episodi di Looking (incluso il film “conclusivo” che uscirà quest’anno) e di 45 Anni, per il quale Charlotte Rampling ha da poco ottenuto la sua prima nomination all’Oscar, dirigerà il biopic sull’accalamato stilista Alexander McQueen.

A scrivere la pellicola il drammaturgo Chris Urch, che si baserà in parte sulla biografia “Blood Beneath the Skin” di Andrew Wilson, della quale vi riportiamo la sinossi tradotta:

Quando Alexander McQueen commise suicidio nel febbraio 2010, a soli 40 anni, un mondo sconvolto pianse la perdita del suo stilista più visionario. Di umili origini, figlio più giovane di un tassista dell’East London, McQueen era salito alle vette più alte della fama, della fortuna e del glamour. Aveva disegnato abiti per le donne più belle del mondo come Kate Moss e Naomi Campbell, e nel contempo aveva creato una industria multi-milionaria di lusso che divenne la preferita di celebrità e nobili […] Dietro la facciata di bad boy sicuro di sè si nascondeva un’anima sensibile che faticava a sopravvivere nello spietato mondo della moda. Sotto l’intensificarsi delle pressioni legate al lavoro, McQueen divenne dipendente dalla droga, che contribuì alla sua tragica fine. Nel frattempo, nella vita privata, la sua difficoltà a trovare un amore duraturo con una lunga scia di fidanzati aggiunse disperazione alla sua condizione. E poi, gli oscuri segreti che tormentavano il suo sonno…

Non sappiamo ancora quando inizieranno le riprese, il regista attualmente è impegnato con il suo prossimo film Lean on Pete, quindi probabilmente non si terranno prima di fine anno.

Fonte: Deadline