Osservando la classifica dei maggiori incassi in materia di cinema d’animazione, appare ormai chiaro come l’unica realtà in grado di competere ad armi pari con la Pixar e gli Walt Disney Animation Studios sia la Illumination Entertainment di Chris Meledandri.

E se il recente Pets – Vita da Animali, nonostante i quasi 900 milioni di dollari d’incasso, ha portato molti a credere che, al di fuori del territorio popolato da Gru e dai giallissimi Minion, la Illumination avesse un po’ il “fiato corto” in termini creativi e artistici, il freschissimo Sing (nei cinema italiani dallo scorso 4 gennaio) mostra con decisione il contrario.

Abbiamo avuto modo di parlare del film insieme all’autore dello score originale della pellicola Joby Talbot, da anni abituale collaboratore (e amico) del regista di Sing Garth Jennings.

La nostra chiacchierata ha preso il via proprio da qui.

Guida Galattica per Autostoppisti. Son of Rambow. Sing. Dimmi di più circa la tua partnership artistica con Garth Jennings, come è cominciata e così via.

Ho incontrato Garth negli anni ’90, quando suonavo la tastiera in una band chiamata The Divine Comedy e lui era impegnato (come metà del duo Hammer & Tongs) a realizzare questi video pop supercool per gente come Radiohead, Fat Boy Slim, Travis, & Beck. Frequentavamo un po’ lo stesso giro e quando a Garth era stata commissionata questa campagna ad alto budget per British Telecom, aveva il denaro necessario anche per dare vita a un sottofondo musicale fatto da una grande orchestra e si rivolse a me. Nonostante il suo essere stato un regista così focalizzato sull’aspetto musicale, non aveva mai avuto uno score composto appositamente per lui e così è finito per essere un momento estremamente importante sia per lui che per me. Abbiamo lavorato molto bene insieme e siamo finiti per diventare ottimi amici e, da quel giorno in poi, ho musicato ogni suo film. È una persona fantastica con cui collaborare ed è una gioia lavorare con lui.

Parlami del tuo approccio verso un film in live action e un’opera animata come Sing. Adotti lo stesso modus operandi?

Penso di sì. Nonostante il processo di realizzazione di queste tipologie di film sia alquanto differente, con Sing ho lavorato come se fosse un live action. Sing è un lungometraggio che si basa moltissimo sulla caratterizzazione realistica dei personaggi e mi è sembrato logico operare in una direzione e concentrare le mie energie in maniera tale da aiutare a rendere questi personaggi genuini e credibili, rispetto che al focalizzarmi sulla creazione di questo fantastico mondo animato.

Come organizzi la tua routine lavorativa quotidiana? Ogni artista ha un suo modo peculiare e personale di fare le cose, quindi sono curioso di conoscere il tuo.

Sono un nottambulo per cui le mie mattinate tendono ad andare inutilmente sprecate, poi mi ritrovo con dei pomeriggi pieni di rimorso e senso di colpa e, finalmente, comincio a fare qualcosa dopo cena! Cerco di attenermi a delle scadenze autoimposte che però tendono a essere sempre troppo ottimistiche, per cui mi ritrovo ad avere a che fare con dosi crescenti di rimorsi e panico. Ma in un modo o nell’altro, alla fine riesco sempre a fare tutto.

A che punto dello sviluppo di Sing sei salito a bordo del progetto? 

Molto presto, quando il film era ancora una sequenza di storyboard, ma nulla di quello che ho scritto in quello stadio è terminato nel film. È stata una buona cosa essere a bordo praticamente dall’inizio, in questo modo sono riuscito ad affrontare in maniera più preparata e spedita il primo periodo di permanenza e lavoro a Parigi a inizio del 2016.

Hai studiato qualche film o musical in particolare per prepararti a Sing? Se c’è una cosa che adoro di questo cartoon è, ad esempio, il fatto che Buster Moon è palesemente uscito fuori da The Producers di Mel Brooks!

In realtà no. Io e Garth abbiamo ascoltato un quantitativo assurdo di musica classica e di roba “jazzy”tipo Gershwin, Bernstein… Siamo partiti da lì.

Qual è stata la sfida più grande che hai affrontato con Sing?

La Illumination ha un modo di lavorare davvero particolare e ci ho messo un po’ ad abituarmi al tutto. Sono rimasto davvero sorpreso da come il processo di creazione di questo film sia tutto basato sul micro-managing. Ma ho afferrato presto la necessità di questo approccio. Ci sono così tante persone al lavoro sulla realizzazione di una cosa che è completamente artificiale che, però, deve sembrare “vera” che anche la più piccola deviazione di un dipartimento potrebbe mandare all’aria tutto.

Quanta musica hai composto per Sing?

Ci sono circa 40 minuti di score, ma dovrei averne scritta almeno il doppio durante il processo di approvazione. Pensa che ho 75 differenti versioni solo della musica che accompagna la scena dei volantini che volano fuori della finestra. dev’essere il mio record personale.

Hai avuto voce in capitolo anche nella scelta dei pezzi pop di Sing?

No, ma penso che abbiano fatto un’ottima selection, non credi?

Il tuo personaggio preferito di Sing?

Mmmmh, mi piace davvero molto la relazione fra Johnny e suo padre, ma il mio preferito resta Buster. La performance di Matthew McConaughey è splendida!

Ultima domanda: dimmi il titolo del film che, quando eri piccolo, ti ha fatto pensare “Voglio lavorare nel mondo del cinema!”

Oh, tu quale credi che sia? Ovviamente è Star Wars!

 

Joby Talbot ©Johan Persson (courtesy of CW3PR Inc.)

 


A seguire la sinossi e alcune note di produzione:

Cast originale: Matthew McConaughey, Reese Witherspoon, Seth MacFarlane, Scarlett Johansson, John C. Reilly, Taron Egerton, Tori Kelly, Nick Kroll, Beck Bennett, Nick Offerman, Jennifer Saunders, Garth Jennings,
Peter Serafinowicz, Leslie Jones, Jay Pharoah. Scritto e diretto da: Garth Jennings

Prodotto da: Chris Meledandri, Janet Healy

Illumination ha incantato il pubblico di tutto il mondo grazie ad amati successi come Cattivissimo Me, Lorax – Il guardiano della foresta, Cattivissimo Me 2 e Minions, ad oggi il secondo film d’animazione con i maggiori incassi nella storia del cinema. In seguito all’uscita di Pets – Vita da animali nell’autunno del 2016, Illumination presenterà Sing dal 4 Gennaio 2017.

Grazie a personaggi in cui è facile immedesimarsi, al cuore e all’umorismo, la prima collaborazione tra lo sceneggiatore e regista, Garth Jennings (Son of Rambow, Guida galattica per autostoppisti), e il fondatore e CEO di Illumination, Chris Meledandri, segna il sesto film completamente animato prodotto dello studio.

I premi Oscar® Matthew McConaughey e Reese Witherspoon sono i protagonisti nella versione originale del film, insieme a Seth MacFarlane, Scarlett Johansson, John C. Reilly, Taron Egerton e alla cantautrice candidata ai premi Grammy, Tori Kelly.
Ambientato in un mondo come il nostro, ma abitato interamente da animali, Sing racconta la storia di Buster Moon (McConaughey), un elegante koala proprietario di un teatro un tempo grandioso ormai caduto in disgrazia. Buster è un eterno—alcuni potrebbero addirittura definirlo delirante—ottimista che ama il teatro più di qualsiasi altra cosa e che farà il possibile per salvaguardarlo. Di fronte allo sgretolamento della ambizione della sua vita, Buster ha un’ultima occasione di ripristinare il suo gioiello in declino al suo antico splendore, producendo la più grande competizione canora al mondo.

Saranno cinque i concorrenti ad emergere: Mike (MacFarlane), un topo tanto bravo a canticchiare quanto ad imbrogliare; Meena (Kelly), una timida elefantina adolescente con un enorme caso di ansia da palcoscenico; Rosita (Witherspoon), una madre sovraccarica che si fa in quattro per occuparsi di una cucciolata di venticinque maialini; Johnny (Egerton), un giovane gorilla che sta cercando di allontanarsi dai reati della sua famiglia di delinquenti; e Ash (Johansson), una porcospina punk-rock che ha difficoltà a liberarsi di un fidanzato arrogante e a diventare solista.

Ogni animale si presenta all’ingresso del teatro di Buster convinto che questa sarà l’occasione per cambiare il corso della propria vita. E aiutando ogni concorrente a prepararsi ad affrontare il gran finale, Buster si renderà conto che forse il teatro non è l’unica cosa che ha bisogno di essere salvata.
Con oltre 65 canzoni di successo, Sing è prodotto da Meledandri e Janet Healy, sua collaboratrice di lunga data. Insieme hanno prodotto tutti i film di Illumination sin dagli inizi dello studio. Distribuito da Universal Pictures, Sing arriva al cinema dal 4 Gennaio 2017.