Nel corso della sua carriera, Matt Damon ha lavorato anche alla stesura di vari script, vincendo un Oscar con Ben Affleck per la sceneggiatura di Will Hunting – Genio Ribelle. A differenza di Affleck, che ha intrapreso con successo anche la strada della regia, Damon non ha mai diretto un film. È stato tentato, in passato, di prendere in carico Manchester by the Sea, prima del coinvolgimento di Kenneth Lonergan. Di recente, ha firmato per dirigere Father Daughter Time. Deadline, tuttavia, rivela che l’attore ha fatto un passo indietro a favore di Gavin O’ Connor (regista di The Accountant, con Ben Affleck). Come dichiarato dallo stesso O’ Connor:

[Il progetto] è incentrato su una tematica che ho sempre desiderato esplorare: quella del rapporto tra un padre e la propria figlia. Sono stato un padre single per tanti anni: essere un buon padre e un buon esempio per mia figlia è sempre stato fondamentale per me. Ma come padre so che siamo umani e che, dunque, abbiamo i nostri difetti: commettiamo errori, anche perché non sempre abbiamo avuto buoni esempi durante il nostro percorso di crescita. Quindi, a volte, una figlia può essere un po’ come una sorta di marziano per noi. Ma ci si completa a vicenda: loro saranno sempre parte di noi e noi parte di loro. Volevo proprio parlare di questo: come si diventa un buon padre per una figlia, quando non c’è nessuno pronto ad insegnarcelo?

Non resta che rimanere in attesa di nuovi dettagli circa la messa in cantiere del progetto. L’ultimo film che vede Matt Damon coinvolto nel cast è il kolossal The Great Wall, diretto da Zhāng Yìmóu.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Fonti: Deadline, Collider