Come ormai noto, Jumanji: Welcome to the Jungle non sarà un reboot ma un sequel del film originale.

Ora parlando all’Hollywood Reporter Jack Black ha svelato uno dei grandi collegamenti che ci saranno tra le pellicole:

Nel film ci ritroviamo a esplorare la giungla e conquistare il gioco. Si tratta di vita o di morte, ma mentre siamo lì troviamo indizi lasciati da Alan Parrish, il personaggio di Robin Williams. Aveva costruito una casa nella giungla in piena regola, qualcosa di simile a Il Robinson Svizzero. E così i nostri personaggi riceveranno il suo aiuto pur in sua assenza.

Il personaggio di Williams era rimasto intrappolato 26 anni nel gioco, era sopravvissuto ed era cresciuto al suo interno:

Nel film originale non vediamo mai il mondo all’interno del gioco, ma questo film sarà ambientato prevalentemente nella giungla di Jumanji. È la parte più bella del film – siamo in grado di trasportare il pubblico in quello straordinario territorio segreto, con le sue bellezze e i suoi pericoli.

A dirigere la pellicola, prodotta da Matt Tolmach, William Teitler e Ted Field, il regista Jake Kasdan. Le riprese sono iniziate il 19 settembre a Honolulu.

Lo script è opera di Scott Rosenberg e Jeff Pinkner, che si sono basati su una bozza di Chris McKenna e Erik Sommers. Nel cast Jack Black, Dwayne Johnson, Karen Gillan, Kevin Hart, Nick Jonas, Ser’Darius Blain, Madison Iseman, Alex Wolff e Morgan Turner. Johnson, Hart, Black e Gillan saranno gli “avatar” dei bambini che giocheranno a Jumanji.