PDA

Visualizza Versione Completa : [BD] Casino Royale Deluxe Edition (Columbia Pictures/Sony Pictures)



Maddux Donner
7 gennaio 2012, 18:20
http://i42.tinypic.com/10xef41.jpg


AVC, 1080/24p, 2.40:1

Dolby TrueHD 5.1: Italiano Inglese

Sottotitoli: Italiano Inglese

2 dischi 50gb

Region free

Custom case

BD Live

Prodotto da Columbia Pictures/Sony Pictures, distribuito da Sony Pictures.

Edizione ITALIANA disponibile nei seguenti paesi: IT.


Nato dalla penna di Ian Fleming, la serie dell'agente segreto britannico 007 James Bond è diventata in breve tempo un'icona del genere spionistico letterario prima e cinematografico poi, grazie alla determinazione e costanza della casa di produzione EON Production, fondata dagli storici produttori Albert R. Broccoli ed Harry Saltzman. Glamour, charme, gadget tecnologici, mete esotiche ai confini del mondo, donne bellissime e pericolose, nemici altisonanti e tanta, tanta azione: questi sono da sempre stati gli ingredienti per la ricetta di 007, che da 50 anni viene preparata e riadattata per i fan e il pubblico generalista. Una ricetta vincente il cui merito va interamente alla famiglia Broccoli, che fin da subito, fiutando le potenzialità commerciali di quei romanzi, si sono letteralmente tuffati dentro investendo tutte le proprie energie in un franchise curato come una vera e propria azienda di famiglia. 007 è riuscito ad emergere dalla massa dei polizieschi anni '50 trovando una propria dimensione e diventa subito fenomeno di culto mondiale, avviando la carriera stellare di Sean Connery, che ne diventa a tutt'oggi l'interprete più noto ed apprezzato. Probabilmente, aldilà della costanza e volontà di voler continuare ad investire in questa serie che non conosce la parola fine, c'è anche la grande abilità di riuscire a sopravvivere nel corso dei decenni adattandosi il più possibile a quelle che sono state le tendenze degli anni che ha attraversato: è un fatto che, benché non si sia mai tradito lo spirito e le caratteristiche della serie, lo stile e i toni venivano progressivamente aggiornati a seconda di come girava il mercato. 007 è forse il franchise commerciale per antonomasia e non stupisce che si sia sempre adeguato ai gusti del pubblico che cambiavano puntualmente. Se negli anni '60 la serie ha trovato la propria dimensione, che ne emergeva come una novità assoluta nel panorama dell'epoca, nei decenni successivi ha dovuto affrontare diverse crisi e un pubblico non più interessato a quel mondo. Quindi ecco che si aggiorna il brand con toni più scanzonati, kitsch, esagerati, una boccata d'aria fresca dal cinema pessimista americano degli anni '70 e vede in Roger Moore e il suo stile ironico un diversivo ben calibrato. Poi arrivarono gli anni '80 e gli action movie americani, campeggiati da uomini nerboruti, fisicità e toni più “seriosi”, quindi ecco che Bond diventa americano, o quanto meno ci prova ad esserlo, trovando in Timothy Dalton la perfetta incarnazione di quel genere, nello stile più duro e spaccone dei film a cui ha partecipato. Si arriva poi agli anni '90, dove si ritorna al passato, ma guardando al futuro: Pierce Brosnan reincarna l'equilibrio tra ironia e serietà propri di Sean Connery, rilanciando con i suoi film il tema spionistico spingendo hollywood a rispolverare tutti i derivati nati dalla fama di 007. Si arriva quindi ai giorni nostri e dopo 40 anni e 20 film giunge nuovamente il momento di riadattarsi, di reinventarsi in un cinema moderno fatto di remake, riavvii di franchise, di agenti segreti più fisici e realistici, di toni più cupi. E' un fatto che la trilogia cinematografica di Jason Borune interpretata da Matt Damon, abbia lasciato un segno indelebile nel pubblico, per il suo stile realistico e credibile, per la maggiore fisicità e l'eliminazione di tutti i fronzoli che ormai il pubblico non richiede più. L'altro fatto è che la moda dei riavvii, nata recentemente, vede in Batman Begins il maggiore esponente, dando un'altra scossa al mercato verso quella direzione di credibilità che il pubblico chiede a gran voce. Quindi, nonostante il successo elevato del franchise di 007 che si era raggiunto fino ad ora, non stupisce che la strada scelta per proseguire sia fondamentalmente schiava della moda poco sopra citata. Casino Royale, l'unico dei romanzi storici di Fleming a non aver ricevuto un adattamento ufficiale prima d'ora, nasce da quell'esigenza di spazzare via la pesantezza di quei fronzoli e stile ironico ormai superato, narrando la perfetta storia di origine del personaggio, in modo similare al percorso cinematografico del nuovo Batman, incarnando in maniera evidente lo stile fisico e duro di Jason Bourne. Daniel Craig diventa quindi l'interprete ideale, donando un'interpretazione viscerale, cruda e secca, con un Bond che soffre sia fisicamente che emotivamente. Un eccellente intrigo, un film di origine che ha conquistato non solo i fan, ma anche anche il pubblico casual come mai prima d'ora, diventando il più grande successo di critica e pubblico di sempre all'interno di questa serie. Casino Royale arriva in alta definizione per la seconda volta, in un'edizione a due dischi che prende il nome di Deluxe Edition. L'edizione si presenta in un elegantissimo cofanetto custom case, al cui interno troviamo un disco per il film e uno per i contenuti speciali, è presente anche un libretto con molte note produttive e curiosità. Casino Royale, diretto da Martin Campbell, già regista dell'apprezzatissimo Goldeneye, è stato girato in 35 mm Super 35 il cui master finale digitale è a 2K di risoluzione. Il quadro video che ci si presenta è senza dubbio eccezionale, caratterizzato da un dettaglio molto fine e granitico. I primi piani presentano incarnati che sembrano letteralmente scolpiti nella pietra per il livello di porosità, bucando lo schermo. Anche le trame dei vestiti finemente rappresentate. La definizione è sempre integra anche sui campi medi e lunghi, benché il livello di intensità della grana è tale che in alcuni frangenti gli sfondi si fanno più fumosi: un esempio su tutti è l'inseguimento l'iniziale. Le sequenze notturne sono molto pulite e definite come quelle diurne e la profondità di campo è di alto livello in tutte le condizioni. La sequenza in bianco e nero iniziale, a causa della scelta di usare un alto contrasto, enfatizza sia l'eccezionale dettaglio fine, ma anche la fitta rumorosità della grana. Colorimetricamente sempre molto caldo e brillante anche nelle scene diurne, caratterizzando un quadro complessivo eccezionalmente naturale dove il giallo e il blu appaiono come le dominanti principali. Il livello del nero è sempre intenso, conferisce ottima tridimensionalità, ma lascia perfettamente respirare le scene notture che appaiono ben illuminate. Non sono presenti cali di definizione, ne in fase di ripresa, nemmeno nell'encoding finale in AVC totalmente trasparente. Tecnicamente non c'è molto da dire, un quadro senza difetti, da tradizione digital intermediate di cui ormai gli alti standard siamo abituati: trasferimenti perfetti e precisi al 100% del master finale. Le meraviglie continuano anche sul fronte sonoro dove la tradizione Sony prosegue nelle localizzazioni lossless e quindi ecco che la traccia italiana si presenta in un potentissimo Dolby True HD 5.1. Tra le migliori tracce italiane, il mix brilla per l'eccellente dinamica, per direzionalità e pulizia. L'inseguimento iniziale diventa un tripudio di esplosioni e spari tutti localizzabili in punti precisi. I dialoghi perfettamente cristallini, mai inscatolati e la colonna sonora perfettamente integrata, mai soffocante. Un mix eccezionale, superato come sempre dalla traccia originale, anche se non di molto. I contenuti speciali, rispetto all'edizione precedente sono raddoppiati a cominciare da un doppio commento audio del regista e sceneggiatori e una lunga serie di documentari sulla realizzazione di diverse scene spettacolari, ma anche delle origini del personaggio e del suo mondo. Affinché non vi siano dubbi, le differenze tra la prima edizione e la seconda sono solo in termini di extra e confezione. Il Master video e audio sono i medesimi, benché la prima presentava tracce in PCM non compresso. L'edizione definitiva per ogni estimatore di questo film.


Elenco contenuti speciali



Libretto di 24 pagine
Commento tecnici (regista e prouttore) - Modalità Picture In Picture
Commento cineasti
Trivial Game Casino Royale (BD Live) Multi-Player
Diventando Bond
James Bond: Davvero!
Le Bond Girls (2006)
L'incredibile creazione di Ian Fleming
James Bond alle Bahamas
Ian Fleming: La strada segreta verso il paradiso
Morte a Venezia
Il freerun: Correre diventa un'arte
Un'aereo da prendere: dallo storyboard allo schermo
Sequenza di storyboard: l'inseguimento freerun
Profilo dei cineasti
Video musicale ''You Know My Name'' by Chris Cornell
Scene eliminate



Video: 10
Audio: 9.5
Extra: 9.5


Glalleria di Screeshot in PNG (http://www.imagebam.com/gallery/njeg22blc8np506q63m1eb7lw48i1f27)

Marlowe
28 settembre 2012, 00:16
Quindi anche se l'edizione ora contenuta nel Monster Box è Fox, il DI è sempre lo stesso. Ottime notizie.

Maddux Donner
28 settembre 2012, 00:20
Il video è identico e sarebbe incredibile se così non fosse, ma lo è tranquillo. Il problema sono gli extra che cambia e l'audio lossless, ma sono immune a questo aspetto.