Fonte: Carpetbagger

 Intanto, un grosso ringraziamento dal sito Carpetbagger , decisamente aggiornato in tempi rapidissimi e dal quale abbiamo attinto per le categorie tecniche.

Iniziamo dalle sorprese positive. Bello vedere Tommy Lee Jones nominato come protagonista de Nella valle di Elah, un film di cui tutti sembravano essersi colpevolmente scordati. Così come rischiava di essere dimenticato L'assassinio di Jesse James per mano del cordardo Robert Ford, che invece conquista due candidature importanti (e meritatissime). Fa anche piacere notare come Ratatouille dimostri ancora una volta (Pixar rules!) che il cinema d'animazione non va relegato soltanto nella sua apposita categoria, grazie a candidature importanti come quelle per la sceneggiatura e la colonna sonora (5 totali). A me, personalmente, rende felice che una delle maggiori delusioni dell'anno (I Simpson) sia stata scartata nell'elenco delle tre pellicole d'animazione più importanti. Per la cronaca, non mi straccerò le vesti per la mancanza de La sconosciuta di Tornatore, ma vedrete che i mass media italiani parleranno quasi solo di quello (anche perché i film nominati in Italia non li ha visti nessuno, anche quelli usciti!).

Per quanto riguarda gli aspetti negativi, si possono riassumere praticamente in 3 parole: Into the Wild. D'accordo, era andato male al botteghino, ma alcuni segni di attenzione, soprattutto da parte dell'associzione degli attori e dei registi, mi avevano fatto ben sperare. E invece, si deve accontentare di Hal Holbrook (immenso, speriamo che vinca) come miglior attore non protagonista e del montaggio. Possibile che l'Academy preferisca Juno (film e regista) a quello che ritengo il miglior titolo dell'anno, una vera pellicola indipendente e non certo ruffianella? E che Viggo Mortensen venga giudicato più convincente di Emile Hirsh? Che la sceneggiatura venga trascurata così? O che le canzoni di Come d'incanto (ben tre, ma rischia di essere controproducente) siano tutte superiori a quelle di Eddie Vedder? Peccato. Su Cate Blanchett, sacrosanta la candidatura per I'm Not There (che si può tranquillamente considerare la performance dell'anno), un po' strana quella per Elizabeth: The Golden Age, film massacrato all'unanimità.
Ma per il resto, considerando gli importanti (e spesso notevoli) film che sono in testa alle nomination, non mi sembra il caso di lamentarsi troppo. Scelte notevoli e quasi sempre lodevoli.

E ora, cosa dobbiamo attenderci? Ritengo che alcune categorie siano quasi scontate, come miglior attore protagonista (Day-Lewis dovrebbe proprio vincere), le sceneggiature (Juno e No Country for Old Men), il documentario (Sicko, of course) e il film d'animazione (Ratatouille senza problemi). In altre, se ne può discutere. Tra i non protagonisti, Javier Bardem è il favorito su Hal Holbrook, ma l'esperienza di quest'ultimo potrebbe pesare. Cate Blanchett lo è diventata grazie alle due candidature e la performance eccezionale in I'm Not There lo meriterebbe, ma non sottovalutate Amy Ryan. Julie Christie è la favorita come protagonista, ma la Cotillard potrebbe fare la sorpresa, un po' come capitò alla sua connazionale Binoche quando tolse un Oscar che sembrava scontato a Lauren Bacall.

Infine, film e regia. A mio avviso, Espiazione avrebbe potuto fare lo sgambetto ai due titoli indipendenti Il petroliere e No Country for Old Men, che rischiano di dividersi gli stessi votanti. Ma la mancanza di candidature alla regia è un grosso handicap, per cui considero ancora favoriti i Coen (in entrambe le categorie), a meno che l'espansione in un numero maggiore di sale de Il petroliere non ottenga grandi risultati. Vi terremo informati. Intanto, potete dirci la vostra opinione su questo apposito thread del forum.

I più nominati…
Il petroliere e No Country for Old Men (8 candidature)
Espiazione e Michael Clayton (7)                                                                                          Ratatouille (5)
Juno e Lo scafandro e la farfalla
Sweeney Todd e Transformers (3)

Miglior film
No Country for Old Men
Il petroliere
Michael Clayton
Juno
Espiazione

Miglior regia
Ethan e Joel Coen (No Coutry for Old Men)
Paul Thomas Anderson (Il Petroliere)
Julian Schnabel (Lo scafandro e la farfalla)
Tony Gilroy (Michael Clayton)
Jason Reitman (Juno)

Miglior attore protagonista

Daniel Day-Lewis (Il petroliere)
George Clooney (Michael Clayton)
Viggo Mortensen (La promessa dell'assassino)
Johnny Depp (Sweeney Todd)
Tommy Lee Jones (Nella valle di Elah)

Miglior attrice protagonista
Julie Christie (Away from Her)
Marion Cotillard (La vie en Rose)
Ellen Page (Juno)
Cate Blanchett (Elizabeth: The Golden Age)
Laura Linney (The Savages)

Miglior attore non protagonista
Javier Bardem (No Country for Old Men)
Hal Holbrook (Into the Wild)
Tom Wilkinson (Michael Clayton)
Casey Affleck (L'assassinio di Jesse James…)
Philip Seymour Hoffman (La guerra di Charlie Wilson)

Miglior attrice non protagonista
Amy Ryan (Gone, Baby, gone)
Cate Blanchett (I'm not there)
Tilda Swinton (Michael Clayton)
Saoirse Ronan (Espiazione)
Ruby Dee (American Gangster)

Miglior sceneggiatura originale
Juno
Michael Clayton
The Savages
Ratatouille
Lars and the Real girl

Miglior sceneggiatura non originale
No Country for Old Men
Lo scafandro e la farfalla
Il petroliere
Espiazione
Away From her

Miglior film d'animazione
Ratatouille
Persepolis
Surf's Up

Miglior film straniero
Beaufort (Israel)
The Counterfeiters (Austria)
Katyn (Polonia)
Mongol (Kazakhstan)
12 (Russia)

Miglior documentario
“No End in Sight” (Magnolia Pictures) A Representational Pictures Production: Charles Ferguson and Audrey Marrs
“Operation Homecoming: Writing the Wartime Experience” (The Documentary Group) A Documentary Group Production: Richard E. Robbins
“Sicko” (Lionsgate and The Weinstein Company) A Dog Eat Dog Films Production: Michael Moore and Meghan O’Hara
“Taxi to the Dark Side” (THINKFilm) An X-Ray Production: Alex Gibney and Eva Orner
“War/Dance” (THINKFilm) A Shine Global and Fine Films Production: Andrea Nix Fine and Sean Fine

Miglior fotografia
“L'assassinio di Jesse James…” (Warner Bros.): Roger Deakins
“Espiazione” (Focus Features): Seamus McGarvey
“Lo scafandro e la farfalla” (Miramax/Pathé Renn): Janusz Kaminski
“No Country for Old Men” (Miramax and Paramount Vantage): Roger Deakins
“Il petroliere” (Paramount Vantage and Miramax): Robert Elswit

Miglior montaggio
“The Bourne Ultimatum” (Universal): Christopher Rouse
“Lo scafandro e la farfalla” (Miramax/Pathé Renn): Juliette Welfling
“Into the Wild” (Paramount Vantage and River Road Entertainment): Jay Cassidy
“No Country for Old Men” (Miramax and Paramount Vantage) Roderick Jaynes
“Il petroliere” (Paramount Vantage and Miramax): Dylan Tichenor

Migliori costumi

“Across the Universe” (Sony Pictures Releasing) Albert Wolsky
“Espiazione” (Focus Features) Jacqueline Durran
“Elizabeth: The Golden Age” (Universal) Alexandra Byrne
“La Vie en Rose” (Picturehouse) Marit Allen
“Sweeney Todd The Demon Barber of Fleet Street” (DreamWorks and Warner Bros., Distributed by DreamWorks/Paramount) Colleen Atwood

Migliori scenografie

“American Gangster” (Universal): Art Direction: Arthur Max; Set Decoration: Beth A. Rubino
“Espiazione” (Focus Features): Art Direction: Sarah Greenwood; Set Decoration: Katie Spencer
“La bussola d'oro” (New Line in association with Ingenious Film Partners): Art Direction: Dennis Gassner; Set Decoration: Anna Pinnock
“Sweeney Todd The Demon Barber of Fleet Street” (DreamWorks and Warner Bros., Distributed by DreamWorks/Paramount): Art Direction: Dante Ferretti; Set Decoration: Francesca Lo Schiavo
“Il petroliere” (Paramount Vantage and Miramax): Art Direction: Jack Fisk; Set Decoration: Jim Erickson

Miglior sonoro
“The Bourne Ultimatum” (Universal): Karen Baker Landers and Per Hallberg
“No Country for Old Men” (Miramax and Paramount Vantage): Skip Lievsay
“Ratatouille” (Walt Disney): Randy Thom and Michael Silvers
“Il petroliere” (Paramount Vantage and Miramax): Matthew Wood
“Transformers” (DreamWorks and Paramount in association with Hasbro): Ethan Van der Ryn and Mike Hopkins

Miglior montaggio effetti sonori

“The Bourne Ultimatum” (Universal) Scott Millan, David Parker and Kirk Francis
“No Country for Old Men” (Miramax and Paramount Vantage): Skip Lievsay, Craig Berkey, Greg Orloff and Peter Kurland
“Ratatouille” (Walt Disney): Randy Thom, Michael Semanick and Doc Kane
“Quel treno per Yuma” (Lionsgate): Paul Massey, David Giammarco and Jim Stuebe
“Transformers” (DreamWorks and Paramount in association with Hasbro): Kevin O’Connell, Greg P. Russell and Peter J. Devlin

Migliori effetti visivi
“La bussola d'oro” (New Line in association with Ingenious Film Partners): Michael Fink, Bill Westenhofer, Ben Morris and Trevor Wood
“Pirati dei Caraibi 3” (Walt Disney): John Knoll, Hal Hickel, Charles Gibson and John Frazier
“Transformers” (DreamWorks and Paramount in association with Hasbro): Scott Farrar, Scott Benza, Russell Earl and John Frazier

Miglior trucco
“La Vie en Rose” (Picturehouse) Didier Lavergne and Jan Archibald
“Norbit” (DreamWorks, Distributed by Paramount): Rick Baker and Kazuhiro Tsuji
“Pirati dei Caraibi 3” (Walt Disney): Ve Neill and Martin Samuel

Miglior colonna sonora
“Espiazione” (Focus Features) Dario Marianelli
“The Kite Runner” (DreamWorks, Sidney Kimmel Entertainment and Participant Productions, Distributed by Paramount Classics): Alberto Iglesias
“Michael Clayton” (Warner Bros.) James Newton Howard
“Ratatouille” (Walt Disney) Michael Giacchino
“Quel treno per Yuma” (Lionsgate) Marco Beltrami

Miglior canzone

“Falling Slowly” from “Once” (Fox Searchlight) Music and Lyric by Glen Hansard and: Marketa Irglova
“Happy Working Song” from “Come d'incanto” (Walt Disney): Music by Alan Menken; Lyric by Stephen Schwartz
“Raise It Up” from “August Rush” (Warner Bros.): Nominees to be determined
“So Close” from “Come d'incanto” (Walt Disney): Music by Alan Menken; Lyric by Stephen Schwartz
“That’s How You Know” from “Come d'incanto” (Walt Disney): Music by Alan Menken; Lyric by Stephen Schwartz

Miglior cortometraggio dal vivo
“At Night” A Zentropa Entertainments 10 Production: Christian E. Christiansen and Louise Vesth
“Il Supplente (The Substitute)” (Sky Cinema Italia) A Frame by Frame Italia Production: Andrea Jublin
“Le Mozart des Pickpockets (The Mozart of Pickpockets)” (Premium Films) A Karé Production: Philippe Pollet-Villard
“Tanghi Argentini” (Premium Films) An Another Dimension of an Idea Production: Guido Thys and Anja Daelemans
“The Tonto Woman” A Knucklehead, Little Mo and Rose Hackney Barber Production: Daniel Barber and Matthew Brown

Miglior cortometraggio documentaristico

“Freeheld” A Lieutenant Films Production: Cynthia Wade and Vanessa Roth
“La Corona (The Crown)” A Runaway Films and Vega Films Production: Amanda Micheli and Isabel Vega
“Salim Baba” A Ropa Vieja Films and Paradox Smoke Production: Tim Sternberg and Francisco Bello
“Sari’s Mother” (Cinema Guild) A Daylight Factory Production: James Longley

Miglior cortometraggio animato

I Met the Walrus” A Kids & Explosions Production: Josh Raskin
“Madame Tutli-Putli” (National Film Board of Canada) A National Film Board of Canada Production Chris Lavis and Maciek Szczerbowski “Même Les Pigeons Vont au Paradis (Even Pigeons Go to Heaven)” (Premium Films) A BUF Compagnie Production Samuel Tourneux and Simon Vanesse
“My Love (Moya Lyubov)” (Channel One Russia) A Dago-Film Studio, Channel One Russia and Dentsu Tec Production Alexander Petrov
“Peter & the Wolf” (BreakThru Films) A BreakThru Films/Se-ma-for Studios Production Suzie Templeton and Hugh Welchma

Discutiamone sul Forum Cinema