Fonte: Los Angeles Times via ThePlaylist

L'estate americana è il periodo dell'anno in cui gli incassi cinematografici vanno alle stelle (l'altro è il periodo tra il Ringraziamento e Natale), e vengono distribuiti i film più importanti e ambiziosi in termini commerciali (i cosiddetti "tentpole").

L'estate del 2010, tuttavia, è stata piuttosto deludente sul profilo degli incassi: dei dieci maggiori incassi americani, la maggior parte erano sequel o remake, e solo pochi hanno davvero fatto scintille (anzi, è stato l'anno delle sorprese in negativo).

Tutto questo dovrebbe cambiare l'anno prossimo, a livelli che addirittura preoccupano un regista come Jon Favreau, che proporrà il suo adattamento cinematografico del fumetto Cowboys and Aliens il 29 luglio. Spiega il regista al L.A. Times:

Sarà Omaha Beach, sarà un bagno di sangue. Non c'è mai stata un'estate come quella dell'anno prossimo. Verrà sparso molto sangue tra registi e studi cinematografici. Abbiamo dato un'occhiata al calendario e ci siamo resi conto che quando guarderemo indietro, sembrerà davvero Omaha Beach.

Il riferimento, per chi non lo sapesse, è allo sbarco in Normandia. Effettivamente, guardando il calendario delle grandi uscite dell'estate 2011, c'è da spaventarsi:

…e non li abbiamo neanche elencati tutti. In particolare a maggio, il sovraffollamento storicamente tende a mietere vittime (alla Disney è già capitato due volte in tempi recenti: con Le Cronache di Narnia: Il Principe Caspian, e con Prince of Persia). Quest'anno tra maggio, giugno e luglio, potrebbero essere parecchi i film a deludere le aspettative di pubblico, nonostante gli sforzi di marketing e gli enormi budget coinvolti. 

Cowboys and AliensSe osservate il calendario, non c'è un weekend nel quale non ci sarà potenzialmente uno sconfitto. Il pubblico vincerà sempre [grazie all'offerta così ricca, ndt], ma a pagarne le conseguenze saranno i realizzatori di questi film. Poi c'è di mezzo anche la grande corsa al 3D, quindi ci saranno tutti questi studios che combatteranno per guadagnare l'ultimo schermo 3D, ma anche per finire in tempo i loro film, visto che la maggior parte sono riconvertiti in 3D o sono ibridi: una tecnologia che è ancora in fase embrionale, e che causerà molto spargimento di sangue nei prossimi mesi.

Fortunatamente per Favreau, ha già detto al Comic-Con 2010 di aver deciso, assieme alla Universal, di non riconvertire il suo film in 3D.

Un potenziale di successo ce lo hanno tutti i film sopraelencati, e tutti potenzialmente potrebbero incassare grosse cifre, ma storicamente sappiamo che solo pochi la scamperanno. Quali saranno i grandi flop, e quali i grandi successi? Diteci la vostra opinione nei commenti…

*ATTENZIONE: per motivi tecnici, sconsigliamo l'uso di virgolette o apostrofi "inclinati", o i commenti finiranno tagliati a metà!*