Sono circa 11 i milioni raccolti nei cinema italiani nel weekend di quattro giorni appena conclusosi, in netta crescita rispetto ai sette di una settimana fa: le tre nuove uscite hanno portato in sala la maggior parte degli spettatori, nonostante venerdì gli incassi siano stati azzoppati dal maltempo nel norditalia.

In prima posizione troviamo Lo Hobbit: un viaggio inaspettato, che incassa quasi 4.3 milioni di euro in quattro giorni e totalizza una media per sala di ben 5.600 euro. La Compagnia dell'Anello incassò in tre giorni quasi sei milioni (ed era in 2D), e trascinò in sala quasi un milione di spettatori (Lo Hobbit ne ha portati la metà, bisogna infatti tenere conto del 3D e dell'inflazione), anche se dieci anni fa il film uscì a gennaio.

Il character poster dello HobbitSecondo posto per Tutto Tutto Niente Niente: il nuovo film con Antonio Albanese incassa 2.3 milioni di euro in 520 cinema e ottiene una media vicina ai 4mila euro per sala. Anche in questo caso, il film precedente uscì a gennaio e raccolse 5.5 milioni di euro.

Al terzo posto troviamo Colpi di Fulmine, che apre lontano dai successi dei film precedenti di Neri Parenti e Christian de Sica. Quasi 1.4 milioni di euro e una media inferiore ai tremila euro per la pellicola Filmauro, da quest'anno distribuita da Universal Pictures International italy, e l'impressione è che dopo il risultato di Vacanze di Natale a Cortina l'anno scorso (circa 11 milioni di euro complessivi), anche quest'anno l'operazione cinepanettone sarà in sordina.

Al quarto posto troviamo Le 5 Leggende, con quasi 700mila euro e un calo del 62% rispetto al weekend precedente: il cartoon si prepara alla concorrenza di Ralph Spaccatutto sotto Natale, e intanto arriva a 5.3 milioni di euro complessivi. Scende al quinto posto Il Peggior Natale della mia vita, che perde il 66% e incassa 434mila euro, con una media inferiore ai duemila euro e un totale di 7.5 milioni di euro complessivi.

 

 

Per quanto riguarda le nuove uscite, troviamo al sesto posto Sammy 2, distribuito da Eagle Pictures, che incassa solo 369mila euro in quattro giorni, mentre al decimo posto troviamo La Parte degli Angeli di Ken Loach, con 112mila euro in quattro giorni.