Cosa sarebbe accaduto se il primo film di Star Wars non avesse ottenuto il successo sperato? Ce lo svela Screen Crush che in un nuovo pezzo ha parlato del Piano di B di George Lucas qualora Guerre Stellari non avesse incassato abbastanza al botteghino.

Ben prima di cominciare la produzione del film, Lucas ingaggiò lo scrittore di fantascienza Alan Dean Foster per scrivere un libro che potesse fungere da "seguito di riserva" intitolato Splinter Of The Mind’s Eye. L'autore ha spiegato in un'intervista: leia_luke_kiss.jpg

Mi hanno contattato quando il primo Star Wars era ancora in produzione. Il contratto prevedeva due libri: uno consisteva nella novellizzazione del primo film, l'altro in un seguito che potesse essere girato a basso budget.

La storia si sarebbe focalizzata molto di più su Luke e Leila, visto che a quel tempo gli unici attori ad aver firmato un contratto multi-film erano proprio Mark Hamill e Carrie Fisher.

I due personaggi, nella storia di Foster, vengono convocati ad un'importante incontro con i rappresentati di un sistema che potrebbe unirsi alla Ribellione. Durante il viaggio si schiantano su un pianeta di nome Mimban che poi si rivela essere un avamposto dell'Impero (il quale è alla ricerca del cristallo di Kaiburr). Alla fine c'è uno scontro con spade laser tra Darth Vader e la Principessa Leila, mentre Luke è bloccato sotto una roccia. Luke poi riesce a liberarsi, trancia un braccio a Darth Vader e poi lo getta in un pozzo senza fondo. 

Han Solo viene appena menzionato. Foster spiega perchè: 

Mi avevano indicato che non potevano usare i personaggi di Han Solo e Chewbacca, perchè Harrison Ford non aveva ancora firmato nulla. E' stata un'esperienza liberatoria. La storia che avevo in mente si concentrava su Luke, Leila e – sullo sfondo – Darth Vader. Con Luke bloccato da una roccia, è Leila che deve fronteggiare Vader con un spada laser. Sarebbe stata una figata.

Anche la famiglia Skywalker non era stata menzionata. L'autore non aveva idea, ad esempio, che Luke e Leila fossero fratelli, altrimenti non ci sarebbero stati passaggi come il seguente in cui i due si avvicinano per scaldarsi:

Premuta contro di lui, la Principessa sembrò non accorgersi della prossimità. Il calore del suo corpo era quasi palpabile per Luke, che si contrinse a concentrarsi su ciò che stava facendo. 

Dal passaggio si evince che lo scrittore aveva qualcos'altro in mente per Luke e Leila. "Ero partito, praticamente, dal bacio in Star Wars" ha spiegato lo scrittore. "Che non mi sembrò un bacio tra fratelli a quel tempo".

starwarsdrewstruzan.jpg