In una nuova intervista con il Boston Globe, Scott Cooper ha parlato di Black Mass – L’Ultimo Gangster, dramma/biopic sul gangster Whitey Bulger con protagonista Johnny Depp che oggi abbiamo visto a Venezia 72.

Il regista ha spiegato, nello specifico, i motivi che lo hanno spinto a rimuovere Sienna Miller – scelta per interpretare la ragazza di Bulger, Catherine Greig – dal film.

Era fantastica accanto a Johnny, ma in fase di montaggio ho sentito la necessita di restringere il fuoco della storia. Ho fatto quella scelta per questioni narrative.

L’attrice era stata avvistata sul set la scorsa estate a Quincy (Massachusetts). Alla premiere di American Sniper, poi, aveva spiegato di aver dovuto lavorare duramente con uno specialista per perfezionare il suo accento di Boston.

Gli anni da fuggitivo di Bulger, con l’inclusione di Catherine Greig, sembravano meno drammatici” ha concluso il regista.

Black Mass è un adattamento del bestseller del New York Times Black Mass: the True Story of an Unholy Alliance Between the FBI and the Irish Mob, scritto dai reporter del Boston Globe Dick Lehr e Gerland O’Neil.

Nel cast anche Dakota Johnson, Joel Edgerton, Benedict Cumberbatch, Adam Scott, Jesse Plemons e Juno Temple.
La sinossi:

Negli anni Settanta a Boston, l’agente dell’FBI John Connolly (Edgerton) convince il gangster irlandese Jimmy “Whitey” Bulger (Depp) a collaborare con l’FBI per eliminare il loro nemico comune: la mafia italiana. Black Mass racconta la storia di questa insolita alleanza che presto degenera, permettendo a Whitey di eludere la legge, consolidare il potere e diventare uno dei più spietati e pericolosi gangster nella storia di Boston.