Che Star Wars: il Risveglio della Forza sia pronto a battere record d’incassi è cosa nota ormai da tempo, ma il primo record è stato già battuto a due mesi dall’uscita del film nelle sale di tutto il mondo.

La pellicola ha infranto infatti il record di The Hunger Games sul sito Fandango, leader nelle vendite di biglietti online. La cosa incredibile, tuttavia, è che Star Wars ha superato di OTTO VOLTE il record precedente, con il traffico sul sito che è stato sette volte superiore a quello massimo.

“È un momento straordinario per la nostra industria, che ieri sera ha visto una richiesta di biglietti senza precedenti per Star Wars: il Risveglio della Forza,” ha dichiarato ufficialmente Fandango. L’altro leader nelle vendite online, MovieTickets.com, non ha ancora rilasciato ufficialmente i dati, ma secondo la classifica del sito il film ha monopolizzato le vendite con il 95% delle transazioni nelle ultime 24 ore.

I due siti sono crashati numerose volte ieri sera, e non sono stati gli unici: praticamente tutti i siti delle catene cinematografiche piccole o grandi hanno avuto seri problemi. La Alamo Drafthouse si è scusata ufficialmente:

Ieri sera abbiamo avuto la più grande prevendita simultanea di biglietti della storia della nostra industria. La buona notizia è che il fandom di Star Wars è più forte che mai. Sfortunatamente questo evento ha esposto le debolezze della nostra infrastruttura di vendite di biglietti, e quella di realtà come Fandango e catene come AMC; Cinemark, Regal e molte catene internazionali.

[…] Ci stavamo preparando da nove mesi a questo evento, e pensavamo di essere pronti. Abbiamo preparato 40 server simultanei e stavamo monitorando per aggiungerne altri. Abbiamo inserito le nostre pagine statiche su un ambiente cloud all’avanguardia che poteva espandersi automaticamente. Il problema è stato in realtà dovuto alla infrastruttura di sbigliettamento, che ha svelato una debolezza fino ad ora mai emersa, visto la straordinaria quantità di richieste arrivate.

Abbiamo cercato di essere pronti per questo giorno enormemente importante, e abbiamo perso l’occasione. Al momento, abbiamo cercato di reagire il più in fretta possibile. Abbiamo spostato le vendite a Fandango il prima possibile, ma anche loro stavano cercando di tornare online. Ci scusiamo per aver reso un inferno questo giorno che doveva essere di gioia per tutti i fan di Star Wars.

Durante il crash moltissimi fan si sono riversati nei cinema per acquistare fisicamente i biglietti, in molti protestando su Twitter (un esempio su tutti: “sono andato al cinema fisicamente per comprare un biglietto due mesi prima dell’uscita del film. #theinternetisdumb”). Insomma, un ritorno al passato in tutti i sensi.

Fonte: variety