Il cacciatore di taglie Boba Fett è, da sempre, uno dei personaggi più amati della saga di Star Wars, nonostante sia andato incontro a una morte non propriamente epica e memorabile in Star Wars – Episodio VI: Il Ritorno dello Jedi (decesso poi smentito nel non più canonico Universo Espanso).

Recentemente, Craig Miller, responsabile delle relazioni con i fan durante l’era di George Lucas come boss della Lucasfilm, ha raccontato a Inverse che il personaggio citato doveva avere un ruolo molto più importante:

Originariamente, Boba Fett doveva venir introdotto come personaggio nell’Impero Colpisce Ancora e poi la trama del terzo film avrebbe dovuto ruotare maggiormente intorno a lui che tenta di ricattare Han Solo. Boba doveva essere il villani principale… Era tutto pronto, perché voleva portare via Solo, perché c’era un collegamento a lui nel Christmas Special. Poi, quando George ha deciso che non avrebbe fatto una terza Trilogia, ha completamente scartato quella storyline, motivo per cui Boba Fett viene eliminato nella bocca di un mostro gigante nei primi dieci minuti del Ritorno dello Jedi. Ha preso tutto quello che era pianificato per la Terza Trilogia, il confronto fra Luke, Darth Vader e l’Imperatore, e l’ha concentrato in un solo film al posto che in tre. E così è nata la trama dello Jedi.