È Sully, il film di Clint Eastwood presentato al Toronto International Film Festival, a vincere il weekend al box-office americano. La pellicola incassa ben 35.5 milioni di dollari, il quinto miglior esordio di sempre a settembre (e il primo per la Warner Bros.) e un risultato decisamente sopra le aspettative rispetto a quanto avevano previsto gli analisti. È la prima volta da sette anni che si piazza al primo posto un film con Tom Hanks, che rivedremo in sala tra poche settimane in Inferno. Ben 4 i milioni incassati da Sully nei 375 cinema IMAX in cui è uscito: è il primo film della storia a essere stato girato interamente in questo formato. Il punteggio CinemaScore ricevuto dal film è “A”, il che lascia pensare che possa arrivare a superare i 120 milioni a fine corsa.

Seconda posizione per When the Bough Breaks, il film distribuito da Screen Gems incassa 15 milioni di dollari: costato solo 10 milioni, difficilmente terrà bene nelle prossime settimane visto che è stato distrutto dalla critica. Terza posizione per Man in the Dark, che incassa altri 8.2 milioni di dollari e sale a 66.8 milioni complessivi: distribuito sempre dalla Screen Gems, il film è costato solo 10 milioni.

Quarto posto per Suicide Squad, che incassa 5.6 milioni di dollari e sale a 307 milioni complessivi (700 nel mondo). Al quinto posto apre The Wild Life, film d’animazione distribuito da Lionsgate che incassa solo 3.4 milioni di dollari, seguito al sesto da Kubo and the Two Strings con 3.2 milioni di dollari e 40.8 milioni complessivi. Al sesto posto Il Drago Invisibile raccoglie altri 2.9 milioni di dollari, salendo a 70 milioni complessivi (102 nel mondo). All’ottavo posto Bad Moms incassa 2.8 milioni di dollari, salendo a 107 milioni complessivi. Stabile al nono posto Hell or High Water, con 2.6 milioni di dollari e quasi 20 milioni complessivi (ne è costati 12), mentre chiude la top ten Sausage Party con 2.3 milioni di dollari e 93 milioni complessivi.