Tim Allen, attore e doppiatore di Buzz Lightyear nella trilogia di Toy Story, ha avuto modo di rispondere ad alcune domande nel corso del Kelly File in onda su Fox, condotto dalla giornalista Megyn Kelly, moderatrice del primo dibattito tra i candidati alla Casa Bianca prima delle ultime elezioni. Durante l’intervista, Allen ha bollato come “ipocrita” la posizione di parte dell’establishment di Hollywood su Donald Trump durante l’ultima campagna elettorale, terminata con l’elezione del magnate alla presidenza degli Stati Uniti:

Io non sono un portavoce di Hollywood, sono solo un commediante. Quindi vado in giro per il Paese e cerco di intrattenere le persone con uno show che prova a mostrare loro un punto di vista. Quello che trovo strano di Hollywood è il fatto che non abbia amato Trump perché è stato un bullo. Il punto è che se qualcuno avesse anche solo fatto leggermente intendere di tifare per Trump, avrebbe a sua volta subito lo stesso bullismo. La cosa, a mio modo di vedere, suona decisamente ipocrita. Io poi sono un anarchico, e come commediante non voglio che nessuno mi dica cosa posso o cosa non posso fare… tutto qui.

Anche la stessa Kelly ha confermato di conoscere molti nomi di Hollywood che hanno nascosto il loro supporto al candidato repubblicano per timore di essere messi in cattiva luce nel loro ambiente professionale. Allen, dal canto suo, ha spiegato di ritenere ipocrita quest’atteggiamento a prescindere dalle legittime posizioni di ognuno:

Vieni etichettato in un modo per le tue posizioni, ma io mica voglio difendere uno come Trump. Per me, lui si comporta come un nuovo commediante di talento. Questi tizi hanno un bel po’ di materiale ma un tempismo pessimo, decisamente pessimo.

Sul “tempismo pessimo” Allen si riferisce in particolar modo al comico George Lopez, celebre per le sue battute sul chiacchieratissimo muro da costruire al confine con il Messico. La proposta di Trump di edificare effettivamente il muro, sostenuta in campagna elettorale, è spesso sembrata ad Allen una sorta di battuta non riuscita:

Di fatto sembra che (Trump) cerchi di essere uno che prova a essere più divertente di quanto in realtà non sia!

Fonte: Hollywood Reporter