La Awards Season entra nel vivo. Sono state annunciate le nomination alla 32esima edizione degli Independent Spirit Awards, i premi del cinema indipendente americano che con gli Oscar non hanno nulla in comune e che tuttavia negli ultimi anni hanno visto non poche sovrapposizioni nelle nomination e, soprattutto, nei riconoscimenti più prestigiosi: Il Caso Spotlight, Birdman, 12 Anni Schiavo sono tutte pellicole che hanno ottenuto prima il premio come miglior film agli Spirit Awards e poi agli Academy Awards. Questo non significa, tuttavia, che gli Spirit siano un vero e proprio indicatore, in quanto vengono assegnati 24 ore prima della cerimonia degli Oscar da un gruppo selezionato di critici, registi e produttori. Le nomination però vengono annunciate con molto anticipo rispetto a quelle degli Oscar, e gettano una luce (ma anche una certa influenza sul “buzz“) sulle pellicole che potrebbero avere un ruolo molto importante nella Awards Season.

Moonlight di Barry Jenkins e American Honey di Andrea Arnold guidano le nomination di quest’anno, con sei ciascuno. Entrambe le pellicole ottengono una nomination come miglior film e una come miglior regista, ma solo Moonlight ne ha anche una come miglior sceneggiatura: quasi certamente il film di Jenkins (che otterrà lo Spirit per il cast d’insieme, e come conseguenza è stato escluso dalle categorie che premiano le interpretazioni) sarà tra i protagonisti della corsa all’Oscar, ed è tra i favoriti agli Spirit.

In un’annata molto competitiva, emergono tra le altre pellicole nominate Manchester by the Sea, con cinque nomination (ma non c’è Kenneth Lonergan come miglior regista) e Jackie con quattro nomination (inclusa Natalie Portman come migliore attrice, favorita per il premio assieme a Casey Affleck per Manchester). Da notare poi Ralph Fiennes nominato come miglior attore per A Bigger Splash di Luca Guadagnino, uscito quest’anno negli USA.

Tra gli esclusi, principalmente proprio per l’alta competizione di quest’anno, Michelle Williams per Manchester, Joel Edgerton per Loving, Sally Field per Hello, My Name is Doris e Jeff Bridges per Hell or High Water (che ottiene solo tre nomination): tutte interpretazioni che si pensava avrebbero ricevuto un riconoscimento. Pellicole che hanno trionfato ai festival come La La Land e Animali Notturni sono state poi escluse unicamente per motivi di budget: per partecipare agli Independent Spirit Awards il budget non può sforare i 20 milioni di dollari.

Ecco tutte le nomination:

MIGLIOR FILM
Moonlight
Jackie
Manchester by the Sea
American Honey
Chronic

MIGLIOR REGISTA
Andrea Arnold – American Honey
Barry Jenkins – Moonlight
Pablo Larrain – Jackie
Jeff Nichols – Loving
Kelly Reichardt – Certain Women

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA
Annette Bening – 20th Century Women
Isabelle Huppert – Elle
Sasha Lane – American Honey
Ruth Negga – Loving
Natalie Portman – Jackie

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA
Casey Affleck – Manchester by the Sea
David Harewood – Free In Deed
Viggo Mortensen – Captain Fantastic
Jesse Plemons – Other People
Tim Roth – Chronic

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA
Edwina Findley – Free In Deed
Paulina Garcia – Little Men
Lily Gladstone – Certain Women
Riley Keough – American Honey
Molly Shannon – Other People

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
Ralph Fiennes – A Bigger Splash
Ben Foster – Hell or High Water
Lucas Hedges – Manchester by the Sea
Shia LaBeouf – American Honey
Craig Robinson – Morris from America

MIGLIOR FILM D’ESORDIO
Swiss Army Man
The Childhood of a Leader
The Fits
Other People
The Witch

MIGLIOR SCENEGGIATURA
Barry Jenkins – Moonlight
Kenneth Lonergan – Manchester by the Sea
Mike Mills – 20th Century Women
Ira Sachs & Mauricio Zacharias – Little Men
Taylor Sheridan – Hell or High Water

MIGLIOR SCENEGGIATURA D’ESORDIO
Robert Eggers – The Witch
Chris Kelly – Other People
Adam Mansbach – Barry
Stella Meghie – Jean of the Joneses
Craig Shilowich – Christine

MIGLIOR FOTOGRAFIA
Ava Berkofsky – Free In Deed
Lol Crawley – The Childhood of a Leader
Zach Kuperstein – The Eyes of My Mother
James Laxton – Moonlight
Robbie Ryan – American Honey

MIGLIOR MONTAGGIO
Matthew Hannam – Swiss Army Man
Jennifer Lame – Manchester by the Sea
Joi McMillon & Nat Sanders – Moonlight
Jake Roberts – Hell or High Water
Sebastián Sepúlveda – Jackie

MIGLIOR DOCUMENTARIO
The 13th
Cameraperson
I Am Not Your Negro
O.J.: Made in America
Sonita
Under the Sun

MIGLIOR FILM INTERNAZIONALE
Aquarius (Brazil)
Chevalier (Greece)
My Golden Days (France)
Toni Erdmann (Germany and Romania)
Under the Shadow (Iran and U.K.)

ROBERT ALTMAN AWARD (MIGLIOR CAST D’INSIEME)
Moonlight

JOHN CASSAVETTES AWARD (MIGLIOR FILM FATTO CON MENO DI $5,000)
Free In Deed
Hunter Gatherer
Lovesong
Nakom
Spa Night

KIEHL’S SOMEONE TO WATCH AWARD
Andrew Ahn – Spa Night
Claire Carré – Embers
Anna Rose Holmer – The Fits
Ingrid Jungermann – Women Who Kill