Per Colin Trevorrow, in termini di carriera, The Book of Henry si trova nel mezzo di due progetti enormi: il regista ha diretto Jurassic World e ha preso in carico Star Wars: Episodio IX (previsto nel 2019). Lavorare a due franchise di tale portata nel giro di pochi anni comporta un vasto e variegato spettro di responsabilità. Tuttavia, Trevorrow non ha rinunciato alla regia di un piccolo film inseguito da tempo, che vede protagonisti Naomi Watts e Jacob Tremblay.

Nelle ultime ore sono apparse online le prime recensioni, generalmente molto negative. Il Washington Post ritiene che il film abbia un deficit di coerenza, risultando una sorta di collage di quattro film molto diversi l’uno dall’altro. Anche Drew Taylor di ThePlaylist e Gregory Wakeman di CinemaBlend bocciano il film. Wakeman in particolare, sostiene che il film vada “evitato a tutti i costi”. Pollice verso anche per Vulture, che sostiene che gran parte dei problemi del film derivino da un pessimo script e che, senza mezzi termini, bolla il risultato finale come “un disastro”.

Sull’Hollywood Reporter, curiose alcune considerazioni di John DeFore, che si chiede se Trevorrow sia effettivamente adatto a prendere le redini di un progetto delicato come il nono Episodio di Star Wars: “Dopo questa catastrofe, ci si può fidare?” scrive DeFore.

Dopo le prime recensioni, Trevorrow ha postato via Twitter un commento: “Sii fiero di tutto ciò che dipingi, anche se tua madre non lo appende sopra il frigorifero”.

Ecco il suo post:

 

 

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Nel cast della pellicola Naomi Watts insieme ai giovanissimi Jacob Tremblay (Room) e Jaden Lieberher (St. Vincent e Midnight Special). A supporto dei nomi citati Dean Norris (“Breaking Bad”), Lee Pace (Lo Hobbit, Guardians of the Galaxy), Sarah Silverman (Un Milione di Modi per Morire nel West), Maddie Ziegler (vista nei video musicali di Sia “Chandelier” e “Elastic Heart”), e Bobby Moynihan (“Saturday Night Live”).

Sidney Kimmel Entertainment si è occupata di produrre la pellicola insieme alla Double Nickel Entertainment.

La pellicola approderà nelle sale americane il 16 giugno 2017.

Fonte: Hollywood Reporter