Spider-Man: Homecoming, Kevin Feige sul sequel e sulla fase 4 dell’UCM

Kevin Feige, presidente dei Marvel Studios, ha avuto modo di parlare di Spider-Man: Homecoming e dell’annunciato seguito delle avventure narrate del film di Jon Watts, di cui presto partirà la fase di progettazione.

Il secondo capitolo incentrato su Peter Parker dovrebbe essere ambientato dopo gli eventi del quarto Avengers. Il sequel di Homecoming, in qualche modo, dovrebbe anche accompagnare l’Universo Cinematografico Marvel verso la Fase 4. Certamente, maggiori dettagli saranno diffusi nei prossimi mesi. Come dichiarato da Feige:

Al momento stiamo pensando al secondo film. Abbiamo a che fare con un arco narrativo di cinque film, che sono parecchi. Da Civil War a Homecoming, fino a Infinity War, Avengers 4 e Homecoming 2. Si tratta di una storia molto ampia su Peter Parker che non è ancora stata esplorata, quindi è su questo che è il nostro focus ora.

Alcune previsioni molto ottimistiche sul film di Jon Watts parlano di un possibile fine settimana di apertura da 200 milioni di dollari. Il film è uscito in Italia, dove nel corso della prima giornata è saltato in vetta alla classifica del botteghino, forte di un debutto in oltre 800 sale.

LEGGI ANCHE

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

A dirigere Spider-Man: Homecoming, in uscita in IMAX e in 3D il 7 luglio 2017, c’è Jon Watts. La sceneggiatura è opera di John Francis Daley e Jonathan M. Goldstein. Le riprese sono partite il 20 giugno 2016 ad Atlanta, in Georgia.

Nel cast Tom Holland, Marisa Tomei (Zia May), Zendaya, Laura Harrier, Tony Revolori, Michael Barbieri, Kenneth Choi, Donald Glover, Angourie Rice, Michael Keaton.

La pellicola non racconterà le origini del personaggio, ma si concentrerà sugli anni del liceo di un Peter Parker già in azione.

Il film è co-prodotto da Kevin Feige assieme al suo team di esperti della Marvel, e da Amy Pascal, che ha supervisionato il lancio del franchise per la Sony 13 anni fa. Insieme, collaborano a una nuova direzione creativa per il lancia ragnatele. Sony Pictures continuerà a finanziare e distribuire i film della saga, e sarà ancora proprietaria dei diritti di sfruttamento del personaggio, mantenendo il controllo creativo finale.

Fonte: CB

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.