Si avvicina l’ora della verità per i diritti di distribuzione di James Bond. L’accordo tra EON Productions, MGM e Sony Pictures è scaduto con l’uscita di Spectre, nel 2015, e da allora la Eon ha iniziato a sviluppare un nuovo film incontrando, nel contempo, svariate major. Negli ultimi mesi, oltre alla Sony, in lizza vi sono state anche Warner Bros., Universal Pictures, 20th Century Fox, Amazon, Apple e Annapurna Pictures.

Ma sembra che quest’ultima sia destinata a battere la concorrenza con un accordo molto più ampio. La Annapurna è una giovane casa di produzione di proprietà di Megan Ellison che da quest’anno ha iniziato occuparsi della distribuzione negli USA (a partire da Detroit di Kathryn Bigelow). Recentemente ha siglato una joint venture con la MGM, e secondo Deadline in settimana le due compagnie firmeranno un accordo per unire le forze nella distribuzione del prossimo film di James Bond negli USA.

Secondo l’accordo, Gary Barber della MGM e Barbara Broccoli & Michael G. Wilson della EON daranno gli ordini, mentre Erik Lomis li eseguirà e Marc Weinstock si occuperà del marketing (che prima di lavorare per Annapurna si erano occupati proprio dei film di 007 per MGM e Sony).

Rimane da capire chi si aggiudicherà i diritti di distribuzione internazionali: attualmente sembra che Warner Bros., Sony e Universal siano in lizza. Il tempo stringe in quanto il prossimo film è pronto per uscire nelle sale l’8 novembre del 2019.

Vi terremo aggiornati. Intanto diteci nei commenti che cosa ne pensate.

Fonte: Deadline