Quando The Greatest Showman ha aperto nel weekend del 22-24 dicembre, ha incassato solo 8.8 milioni di dollari. All’epoca l’idea era che il film con Hugh Jackman fosse destinato a deludere le aspettative della 20th Century Fox, che contavano su un incasso a fine corsa di almeno 110 milioni di dollari, una cifra all’epoca giudicata quasi inarrivabile visto l’esordio.

Ad oggi, la pellicola ha incassato 128 milioni di dollari negli Stati Uniti e 262 in tutto il mondo (a fronte di un budget di 84 milioni di dollari), e a breve diventerà uno dei musical di maggior successo della storia in nordamerica. Alla fine, The Greatest Showman ha dimostrato di essere una sleeper hit (un multiplo di 17 è rarissimo, per fare un confronto Titanic ebbe un multiplo di 21), tenendo benissimo lungo tutte le vacanze di Natale e il mese di gennaio, evidentemente grazie a un passaparola molto positivo e al successo della colonna sonora (è nominato all’Oscar per la miglior canzone, scritta dagli autori della canzone di La La Land vincitrice dell’Oscar “City of Stars”). Tanto che ora i produttori sono in trattative per trasformare il film in un musical per Broadway.

Al momento non sono noti altri dettagli riguardo la proposta, in particolare non si sa se Jackman o il resto del cast sarebbero coinvolti, tuttavia l’attore australiano ha lavorato spesso a Broadway, vincendo un Tony nel 2004 per The Boy from Oz.

Vi terremo aggiornati! Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Fonte: THR