Anche nel suo secondo weekend di sfruttamento negli Stati Uniti, Black Panther potrebbe aver battuto le previsioni della vigilia. Le cifre definitive arriveranno come sempre stasera, ma se le stime dovessero tenere il calo rispetto all’esordio sarà di solo il 47%, pochissimo già per un blockbuster, figuriamoci per uno che ha debuttato con oltre 200 milioni nei tre giorni. Con 108 milioni di dollari, il film ottiene il miglior secondo weekend di sempre per un film dei Marvel Studios e diventa anche il primo film del franchise a superare i 400 milioni di dollari negli Stati Uniti (ci sono voluti solo dieci giorni), e il secondo in assoluto nella storia (insieme a Jurassic World, solo Star Wars: Il Risveglio della Forza fece di meglio). Sì: qualche mese fa Gli Ultimi Jedi ci ha messo più tempo, e questo dovrebbe far capire il livello del fenomeno di cui stiamo parlando. Solo altri tre film, inoltre, hanno incassato oltre 100 milioni nel loro secondo weekend: The Avengers, Il Risveglio della Forza e Jurassic World. A questo punto, con almeno un mese davanti a sè senza una forte competizione, Black Panther potrebbe superare i 700 milioni a fine corsa (nei soli USA).

Negli altri 55 territori in cui è distribuita, la pellicola ha aggiunto 83.8 milioni di dollari nel weekend, portandosi a un totale di 704 milioni di dollari in tutto il mondo. Il mercato più ricco, al momento, è il Regno Unito con 41.2 milioni di dollari, seguito dalla Corea del Sud con 18.6 milioni di dollari. Il prossimo weekend uscirà in Giappone e quello successivo in Cina.

Seconda posizione nel weekend negli USA per Game Night: la commedia VM raccoglie 16.6 milioni di dollari, con una buona media per sala. Molto del suo destino al box-office dipenderà dalla sua tenuta nel prossimo weekend.

Scende al terzo posto Peter Rabbit, con 12.5 milioni di dollari e 71.3 milioni in tre settimane (ne è costati 50). Segue Annientamento: il thriller fantascientifico raccoglie solo 11 milioni di dollari, ottenendo peraltro un punteggio CinemaScore piuttosto negatuvo (C) nonostante le critiche generalmente positive. Costato 40 milioni di dollari, è già stato ripagato dall’acquisizione dei diritti internazionali da parte di Netflix.

Chiude la top-five Cinquanta Sfumature di Nero, con 6.9 milioni di dollari e quasi 90 milioni complessivi. In tutto il mondo ha superato i 320 milioni di dollari.

Al sesto posto Jumanji: Benvenuti nella Giungla incassa 5.6 milioni di dollari e sale a 387 milioni complessivi (919 in tutto il mondo), seguito da Ore 15.17 – Attacco al Treno, con 3.6 milioni di dollari e 32 milioni complessivi. Ottava posizione per The Greatest Showman, con 3.4 milioni di dollari e 160 milioni complessivi, mentre apre al nono posto Every Day con 3.1 milioni di dollari e una media molto bassa. Chiude la top-ten I Primitivi, con 1.7 milioni di dollari e soli 6.7 milioni complessivi.

Da notare che Tre Manifesti risale all’undicesimo posto con 1.2 milioni di dollari e 50 milioni complessivi, mentre Chiamami col tuo Nome risale al ventunesimo con mezzo milione di dollari (e un aumento di copie) per un totale di 15.7 milioni di dollari (28 nel mondo).