Come sapete, Harry Potter è tornato su Italia 1 per una maratona di ben otto settimane. Ogni martedì alle 21.20 sarà riproposto un film della saga degli otto film nati dalla mente di J.K. Rowling e prodotti dalla Warner Bros. Pictures.

In vista di questa sera, ecco una serie di curiosità sul settimo film – Harry Potter e i Doni della Morte: Parte 1  – diretto da David Yates e approdato nei cinema italiani il 19 novembre 2010.

 

 

  • Quando l’arredatrice Stephenie McMillan mostrò la camera di Hermione a Emma Watson, il commento immediato dell’attrice fu: “Ci vogliono più libri!“.
  • Come per i precedenti film, Evanna Lynch fu responsabile degli abiti, dei gioielli e degli oggetti di Luna a casa Lovegood. Furono di sua invenzione, inoltre, i passi di ballo durante il matrimonio, definiti come “Il ballo del gorgosprizzo”.
  • Jason Isaacs aveva paura che non sarebbe tornato nel film a causa dell’arresto del suo personaggio alla fine dell’Ordine della Fenice. Così incontro J.K. Rowling e le chiese di farlo uscire di prigione; lei rispose: “Tranquillo. Capitolo Uno”.
  • John Hurt tornò a interpretare Olivander dopo ben 9 anni, il lasso di tempo maggiore per tutto il cast. Toby Jones, la voce di Dobby, attese 8 anni.
  • Primo film con J.K. Rowling produttrice.
  • Unico film della saga senza Minerva McGranitt e Argus Gazza.
  • La scena in cui Tonks dice alla signora Weasley di essere incinta fu girata ma poi tagliata, così come la parte in cui Lupin chiede a Harry di essere il padrino di Teddy: doveva succedere al matrimonio di Bill e Fleur.
  • Il ballo tra Harry e Hermione fu scritto appositamente per il film visto che non se ne fa cenno nel libro. J.K. Rowling ammise di aver adorato la scelta essendo un perfetto esempio dell’amicizia tra i due.
  • Brendan Gleeson (Moody), Michael Byrne (Gellert Grindelwald), Peter Mullan (Yaxley) e David O’Hara (Runcorn) erano già apparsi insieme in Braveheart – Cuore impavido (1995).
  • David Holmes, controfigura di Daniel Radcliffe, si infortunò gravemente durante le riprese della sequenza in cui Harry viene aggredito da Nagini a casa Bath. I medici gli diagnosticarono una tetraplegia permanente come conseguenza della caduta. Oggi David è paralitico e ha fondato una società a scopo benefico per aiutare tutti coloro a cui viene detto: “Non potrai più camminare“.
  • Bill Weasley è interpretato da Domhnall Gleeson, figlio di Brendan Gleeson.
  • Stanislav Ianevski girò alcune scene nei panni di Viktor Krum al matrimonio alla Tana, ma furono tagliate dal montaggio finale
  • Elphias Doge (David Ryall) nel film dice che conosceva Silente (Michael Gambon) da più tempo di chiunque altro. Questo vale anche per gli attori: 24 anni prima i due avevano lavorato a The Singing Detective (1986); 43 anni prima a Much Ado About Nothing (1967).
  • Unci-Unci era interpretato da Verne Troyer in Harry Potter e la Pietra Filosofale (2001), ma con la voce di Warwick Davis. In questo film il folletto è interpretato e doppiato da Davis.
  • Doveva arrivare al cinema in 3D, ma la Warner Bros. cambiò piano a causa del poco tempo a disposizione per la conversione.
  • Harry Melling (Dudley Dursley) aveva perso fin troppo peso, così dovette indossare protesi e imbottiture per sembrare più grasso. La produzione impiegò sei mesi per creare protesi abbastanza realistiche, ma alla fine tutte le sue scene furono tagliate al di là di una comparsa.
  • Unico film senza gli effetti visivi della Industrial Light & Magic.
  • Alan Rickman, Helena Bonham Carter, Timothy Spall e Jamie Campbell Bower avevano già lavorato assieme nel film di Tim Burton Sweeney Todd – Il diabolico barbiere di Fleet Street (2007).
  • Nick Moran ammise che la sua interpretazione nei panni di Scabior fu ritenuta troppo intensa e che la Warner Bros. decise di rimuovere alcuni momenti dal film: tra questi, un pestaggio di Ron e alcune allusioni sessuali riferite a Hermione
  • Le riprese della tortura si rivelarono molto intense, le urla di Emma Watson fecero accapponare la pelle a tutta la troupe. Per evitare un divieto ai minori, la sequenza fu in gran parte tagliata. Dopo le riprese, Helena Bonham Carter andò da Emma Watson per chiederle se fosse tutto a posto.
  • L’idea di incidere ‘Sporca Mezzosangue’ sul braccio di Hermione fu un’idea di Emma Watson e Helena Bonham Carter.
  • Entrambe le parti furono girate insieme; l’ultima scena ad essere girata di tutte le riprese principali fu la fuga da Yaxley al Ministero della Magia. Al termine della giornata si tenne un barbecue con musica e gelati forniti dal camioncino di Rupert Grint
  • Unico film di Harry Potter senza Hogwarts
  • Nel film compaiono quattro componenti del cast del Trono di SpadeMichelle Fairley (la madre di Hermione) che nella serie ha interpretato Catelyn Stark, Ralph Ineson (il Mangiamorte Amycus Carrow) che ha interpretato Dagmer Cleftjaw, Freddie Stroma (Cormac Mclaggen) che ha interpretato Dickon Tarly e Natalia Tena (Ninfadora Tonks) che ha interpretato Osha.
  • Bruno Delbonnel rifiutò un’offerta per tornare come direttore della fotografia per paura di ripetersi. Alla fine fu ingaggiato Eduardo Serra.
  • L’ultima sequenza del film con Voldemort che usa la bacchetta di Sambuco è apparsa nei trailer e negli spot televisivi
  • John Williams espresse interesse a tornare come compositore, ma aveva già altri impegni
  • A marzo del 2008 la Warner Bros. annunciò che avrebbe diviso il libro in due film per riuscire a raccontare il capitolo finale nel modo più dignitoso possibile
  • Il finale originale doveva essere la sequenza in cui Bellatrix accoglie i Ghermidori al cancello di Villa Malfoy e scopre la cicatrice di Harry. I produttori si resero conto che rimandare la morte di Dobby all’ottavo film sarebbe stato sbagliato e non avrebbe avuto lo stesso impatto emotivo.
  • Le ultime parole di Dobby nel film sono le prime pronunciate in Harry Potter e la Camera dei Segreti: “Harry Potter