Sono passati ormai cinque anni dall’ultima volta che abbiamo sentito parlare di Robopocalypse. All’epoca Steven Spielberg aveva ammesso che l’adattamento del romanzo di Daniel H. Wilson che doveva essere interpretato da Chris HemsworthAnne Hathaway e Ben Whishaw, scritto da Drew Goddard, era “troppo importante per essere girato con uno script non ancora perfetto, e troppo costoso”.

Nel frattempo, Spielberg si è dedicato pellicole come Il GGG, The Post e Ready Player One, ma il progetto, originariamente una co-produzione 20th Century Fox e DreamWorks, è rimasto in cantiere. Oggi Variety rivela che Michael Bay ha messo definitivamente alle spalle la saga di Transformers (come regista) e ha deciso di mettere gli occhi su due nuovi film: uin misterioso progetto intitolato 6 Underground e proprio l’adattamento di Robopocalypse.

Per quanto riguarda quest’ultimo film, non è chiaro se Bay riprenderà da dove aveva lasciato Spielberg (che aveva fermato i lavori dopo un anno di pre-produzione) o riinizierà tutto daccapo, magari facendo anche riscrivere la sceneggiatura. Al momento è in trattative; Spielberg comunque rimarrà coinvolto come produttore esecutivo, proprio come per Transformers.

Il tema del romanzo è semplice: la razza umana cerca di sopravvivere a una rivoluzione robotica dalle conseguenze apocalittiche. Wilson, che ha un dottorato in robotica al Robot Institute della Carnegie Mellon University, e scrive regolarmente su Popular Mechanics, è autore di “How to Survive a Robot Uprising: Tips on Defending Yourself Against the Coming Rebellion” e di “Bro-Jitsu: The Martial Art of Sibling Smackdown”. La differenza tra Robopocalypse e altre storie di ribellioni di robot (vedi Terminator) sta nel realismo della storia, almeno a detta dei produttori: “Wilson riesce a dare alle sue storie un livello spaventoso di realismo, e ha creato in passato storie molto divertenti.”

6 Underground, invece, è stato scritto da Paul Wernick e Rhett Reese (Zombieland, Deadpool e Deadpool 2), ed è basato su una loro idea originale. Sarà questo film ad avere la priorità: le riprese dovrebbero iniziare quest’anno e l’uscita dovrebbe essere prevista per il 2019. Alla produzione vi saranno David Ellison, Dana Goldberg e Don Granger della Skydance, insoeme a Bay, mentre Reese e Wernick saranno produttori esecutivi.