Un nuovo capitolo di quella che pare davvero essere una maledizione interminabile di The Man Who Killed Don Quixote il film che Terry Gilliam è finalmente riuscito a ultimare.

La pellicola, la cui lavorazione è partita sostanzialmente nella notte dei tempi tanto che, nel mentre, Gilliam è anche riuscito a realizzare, nel 2002, il documentario Lost in la Mancha, che ha raccontato la mancata realizzazione del progetto con Jean Rochefort e Johnny Depp, pareva destinata a una regolare distribuzione nei cinema dopo l’apparizione e la vendita della medesima all’European Film Market.

Le Monde scrive ora che l’arrivo della pellicola nei cinema potrebbe essere compromesso per via delle beghe legali ancora in corso fra Terry Gilliam e il produttore francese Paul Branco che dovrebbero venire risolte, in una maniera o nell’altra, nella giornata di oggi presso la Corte d’Appello di Parigi.

Non è la prima volta che i due sono finiti ai ferri corti, come testimoniato da questo nostro articolo risalente allo scorso maggio.

In ogni caso vi terremo aggiornati sugli sviluppi della questione.

Le riprese si sono svolte alle Isole Canarie, in Portogallo e in varie, splendide location di Castilla-La Mancha in Spagna.

Nel cast del film compariranno Adam Driver (Star Wars, Girls) e Michael Palin (Monthy Python), Olga Kurylenko (Quantum of Solace, Oblivion), Stellan Skarsgård (Melancholia, Avengers: Age of Ultron), Jonathan Pryce (che sostituisce John Hurt nei panni di Don Quixote), e l’esordiente Joana Ribeiro. Amazon Studios si occuperà della distribuzione del film.

Consigliati dalla redazione