Tutto ha condotto a questo.

Ci siamo: tra pochi giorni, Avengers – Infinity War sarà finalmente nelle sale cinematografiche di tutto il mondo.

Si tratta di un grande traguardo per i Marvel Studios: con il film dedicato alle Guerre dell’Infinito inizia a chiudersi un capitolo importantissimo nella storia dei cinecomic della Casa delle Idee, a 10 anni esatti dall’approdo nei cinema del primo episodio del franchise che ha dato inizio a tutto.

In attesa che il colossale cinecomic diretto da Anthony e Joe Russo arrivi nelle sale italiane il prossimo 25 aprile (noi lo vedremo all’Arcadia di Melzo il 24 notte), ecco cosa bisogna tenere a mente dei 18 film che lo hanno preceduto.

 

IRON MAN (1 maggio 2008)

Uscito il 1° maggio 2008 per la regia di Jon Favreau, Iron Man ha dato il via all’Universo Cinematografico Marvel. Ha introdotto nell’universo condiviso personaggi come Tony Stark, il colonnello Rhodey, Pepper Potts, l’agente dello S.H.I.E.L.D. Phil Coulson e Hogan, guardia del corpo e amico di Tony.

 

Rinascita

Non sarei vivo, se non fosse per un motivo. Finalmente ora so, che cosa devo fare. E so, nel mio cuore, che è giusto“.

Alla fine del film di Jon Favreau, Tony Stark decide di non attenersi al testo e rivelare così al mondo la propria identità. Si presenta al mondo come Iron Man. Sorge dalle sue ceneri, dopo aver rischiato di morire, dopo aver visto il lavoro della sua vita in mano ad assassini, dopo aver assistito in prima persona alla morte e alla distruzione che le sue armi portano.

Rinasce come un uomo nuovo, con una nuova missione e con un nuovo scopo nella vita. Rinasce dalle sue ceneri proprio come Robert Downey Jr., l’attore che sarà il suo volto per i successivi 10 anni e oltre e, forse, è proprio questo il cuore di tutto.

 

Aspettando Infinity War

Nella scena dei titoli di coda del film, Nick Fury fa visita a Tony Stark e gli chiede se crede di essere l’unico supereroe al mondo. “Signor Stark, lei è entrato a far parte di un universo più grande, solo che ancora non lo sa“. Tutto a un tratto Tony si imbatte nella possibilità che nel mondo ci siano altre persone come lui, altre persone che possano fare del bene sfruttando le proprie capacità e i propri mezzi. Persone che possano mettere sé stessi al servizio di altri per un bene superiore. Il capo dello S.H.I.E.L.D. è giunto nella sua villa, nel cuore della notte, per parlargli dell’Iniziativa Vendicatori.

È proprio qui che tutto ha avuto inizio.

Curiosità

  • È l’unico film dell’Universo Marvel in cui Rhodey è interpretato da Terrence Howard
  • Lo script non era ancora pronto il giorno dell’inizio delle riprese: molte battute furono improvvisate sul momento
  • Paul Bettany è la voce di J.A.R.V.I.S. – il sistema di intelligenza artificiale di Tony. L’attore sarà poi scelto per dare il volto a Visione.
  • Jon Favreau voleva Rachel McAdams nei panni di Pepper Potts. L’attrice all’epoca rifiutò, ma alla fine accettò una parte in Doctor Strange; Sam Rockwell fu inoltre considerato per il ruolo di Tony Stark, ma alla fine ottenne un’altra parte in Iron Man 2
  • La colonna sonora è firmata da Ramin Djawadi, autore della colonna sonora del Trono di Spade
  • Per evitare che girassero spoiler sulla conferenza stampa finale in cui Tony Stark rivela di essere Iron Man, alle comparse fu detto che avrebbero girato la “scena di un sogno”
  • Quando Pepper scopre Tony in procinto di togliersi l’armatura nella sua officina, sullo sfondo su un tavolo si può notare lo scudo di Captain America
  • Jon Favreau scelse la Industrial Light & Magic per gli effetti visivi dopo aver visto Pirati dei Caraibi – Ai confini del mondo e Transformers.