Le riprese di Avengers 4 sono ufficialmente partite ad agosto 2017 e proseguite fino a gennaio 2018, perciò grazie agli scatti rubati dal set, alle dichiarazioni sfuggite agli attori e ai post sui social delle star, siamo già in grado di ricostruire alcune dinamiche dell’attesissimo film.

Diciamo “ufficialmente” perché a quanto pare le primissime sequenze del film sono state girate già nel corso della prima sessione di riprese dedicata ad Infinity War, forse per sfruttare le trasferte in esterni in Scozia e nel Regno Unito e ridurre così i costi, perciò bisogna tenerlo in considerazione.

La data d’uscita statunitense è fissata al 3 maggio 2019, mentre quella inglese al 26 aprile. Con tutta probabilità il film arriverà il 25 aprile in Italia anche questa volta, perciò il film finirà per essere anticipato negli Stati Uniti alla stregua di quanto accaduto quest’anno.

Facciamo quindi il punto su tutto ciò che già sappiamo di Avengers 4: chiaramente partiremo dal finale di Infinity War e faremo speculazioni sulla storia del prossimo film, perciò l’articolo è da considerare come SPOILER.

I sopravvissuti

Alla fine di Avengers: Infinity War, dopo lo schiocco di Thanos, gli unici sopravvissuti sono Steve Rogers, Tony Stark, Thor, Natasha Romanoff, Bruce Banner, James Rhodes, Rocket, Nebula, Okoye e M’Baku.

È interessante notare come tra i sopravvissuti ci siano proprio gli “Avengers fondatori“: qualcosa ci dice che anche Occhio di Falco sia stato “risparmiato” da Thanos, perciò nel prossimo film li troveremo – tutti insieme e per l’ultima volta – impegnati a trovare una soluzione all’apocalisse scatenato dal Titano Folle.

All’appello, poi, mancano Shuri, Pepper, Scott Lang, Wong e Valchiria, il cui destino non è stato chiarito. Quanto a Valchiria, nel servizio fotografico di Vanity Fair il personaggio appariva con un aspetto leggermente diverso rispetto a quanto visto in Thor: Ragnarok, a riprova che nel sequel di Infinity War la rivedremo in azione. La sensazione, tra l’altro, è che il personaggio abbia guidato una delegazione di asgardiani verso la salvezza prima degli eventi di Infinity War (Thor nel film allude al fatto che “metà del mio popolo se n’è andato“, perciò metà Asgard dovrebbe essere viva).

L’attrice tra l’altro è stata avvistata l’anno scorso in Scozia con Mark Ruffalo e Chris Hemsworth, perciò è da escludere che il suo personaggio non faccia ritorno nel prossimo film. Quel che non è chiaro, per il momento, è dove esattamente gli attori sarebbero stati convocati.

Non c’era altro modo

Se sarò costretto a scegliere di salvare te, il ragazzo o la Gemma, sceglierò la gemma“. La promessa che Stephen Strange fa a Tony Stark è chiara: nessuna vita sarà più importante della salvaguardia della Gemma del Tempo. Se lo Stregone Supremo è stato costretto a consegnarla a Thanos, a questo punto, è solo ed esclusivamente perché era l’unico modo per salvare l’umanità. Perdere è l’unico modo per vincere.

Nei milioni di futuri possibili visti da Strange, a quanto pare, quello in cui Thanos usa il Guanto dell’Infinito, quello in cui la rabbia di Peter Quill manda tutto all’aria, quello in cui metà dell’universo svanisce nella polvere, è l’unico futuro in cui, alla fine, i Vendicatori riusciranno a vincere.

Un salto nel futuro…

Stando alle prime voci di corridoio, Avengers 4 sarà ambientato alcuni anni dopo gli eventi della prima parte, il che spiegherebbe perché Emma Fuhrmann sia stata scritturata per interpretare la versione adolescente di Cassie, la figlia di Scott Lang.

In questo futuro, dove la popolazione terrestre è stata dimezzata, Tony Stark dovrebbe lavorare per lo S.H.I.E.L.D. – come dimostrato da alcuni scatti dal set (in cui appare con una divisa dello SHIELD e visibilmente invecchiato). C’è da considerare che potrebbe trattarsi di una linea temporale alternativa, ma è logico aspettarsi che i Vendicatori rimasti in vita si rimbocchino le maniche mentre vanno avanti con la loro vita.

…e uno nel passato.

I primi scatti trapelati dal set di Avengers 4 non hanno lasciato spazio a dubbi: nel film si tornerà indietro nel tempo durante gli eventi del primo Avengers, uscito nel 2012. Qualcosa costringerà i protagonisti a un epico viaggio nello stile di Ritorno al Futuro per cambiare gli eventi di Infinity War e impedire a Thanos di scatenare l’apocalisse.

Un momento che nello specifico sembra esser stato ricreato nel dettaglio è quello in cui Loki viene ricondotto ad Asgard dal fratello (Tony indossa inoltre la maglietta dei Black Sabbath e riporta le stesse ferite come alla fine del primo film). Possibile che gli Avengers decidano di tornare a quel momento per distruggere il Tesseract? O per evitare comunque che la gemma finisca ad Asgard?

In ogni caso, a un certo punto nel corso del film, il “Tony del futuro” si ritroverà nel corso della battaglia di New York in compagnia di Hulk, Steve Rogers (con il costume del primo film) e…Ant-Man. È possibile quindi che Scott Lang si unisca a Tony in questo viaggio temporale. Come già anticipato dai fratelli Russo, infatti, chi non ha avuto modo di brillare nel primo film avrà molto più spazio nel secondo, e in tal senso ci aspettiamo un ruolo molto più incisivo da parte di personaggi come Occhio di FalcoCaptain Marvel e – per l’appunto – Ant-Man.

Dopo l’assenza in Infinity War, Occhio di Falco tornerà in azione: come già confermato a più riprese, e a giudicare dalle foto dal set, il personaggio cambierà aspetto, arsenale e si avvicinerà così a Ronin, l’identità alternativa che assume per una sola volta anche nei fumetti.

 

Non è chiaro, per il momento, come sarà possibile tornare indietro nel tempo, ma i fratelli Russo hanno suggerito un’altra soluzione a quella del viaggio temporale (anche se potrebbe trattarsi in parte di depistaggio):

Dovreste tornare a vedere gli indizi che ci sono in Civil War per scoprire cosa succede nel quarto film.

Quello a cui i registi si riferiscono è con tutta probabilità il B.A.R.F.. Si tratta della tecnologia da 611 milioni di dollari di cui Tony Stark parla in Captain America: Civil War che “riesce ad influire sull’ippocampo per eliminare ricordi traumatici“. Viene definita in italiano come R.I.M.B.A., acronimo corrispondente a “Retroinquadratura memoria binaria ampliata“.

Sul set, in effetti, è stata avvistata una valigetta con l’acronimo BARF impresso sopra, perciò la tecnologia inventata dal genio miliardario giocherà un ruolo chiave. Esplorare semplicemente il passato servirà a poco, perciò la sensazione è che il RIMBA sarà un tassello importante (ma non il solo!) per il viaggio temporale: possibile che a questo punto entrino in gioco i poteri di Captain Marvel o il Regno Quantico?

 

 

Tutto l’universo Marvel in una scena

avengers infinity war slide

In Avengers: Infinity War ci sono un mucchio di momenti in cui i personaggi dell’Universo Cinematografico Marvel si trovano a dover unire le forze tutti insieme contro Thanos. Visto che l’azione, però, si svolge in posti e in momenti diversi, non c’è una sequenza che li raggruppi tutti, magari in una singola inquadratura.

Avengers 4, in tal senso, dovrebbe riuscire a sedare la nostra sete. Sebastian Stan ha infatti alluso, in un’intervista con l’Independent, a una colossale sequenza con tutti i personaggi dell’Universo Cinematografico Marvel, tra cui Hank Pym e Janet Van Dyne.

Abbiamo girato una scena in cui c’erano tuti. Non posso parlarne, ma ci sono voluti tre mesi per programmarla in modo tale da avere tutti lì. Ti guardavi in giro e vedevi chiunque da Samuel L. Jackson, a Michael Douglas e Michelle Pfeiffer. C’erano proprio tutti.

I grandi ritorni

A giudicare dall’attività social e dagli avvistamenti sul set, possiamo dire che nel film torneranno praticamente tutti (dalla lista escludiamo i già citati sopravvissuti agli eventi di Infinity War): Evangeline Lilly (che ha girato indossando una parrucca per assomigliare alla Hope vista nel primo Ant-Man), Gwyneth Paltrow (che è stata avvistata con una tuta per la performance capture, a riprova che indosserà un’armatura), Paul Bettany e Elizabeth Olsen (che hanno concluso le riprese in contemporanea lo scorso dicembre), Zoe Saldana (che di recente ha dichiarato che tornerà sul set per le riprese aggiuntive in autunno), Chadwick Bosemen e Letitia Wright (avvistati sul set), Sebastian Stan (che ha parlato della scena girata con Michelle Pfeiffer, Michael Douglas e Samuel L. Jackson), Jeremy Renner, Tom Hiddleston (per il flashback), Paul Rudd, Jon Favreau, MantisTy Simpkins (che tornerà dopo il suo ruolo in Iron Man 3), Tessa Thompson e, chiaramente, l’attesissima Captain Marvel (che – stando a Scarlett Johansson) condividerà una scena con Vedova Nera e Hulk.

 

Una sequenza misteriosa

Lo scorso maggio, dopo alcuni avvistamenti di Tessa Thompson, Chris Hemsworth e Mark Ruffalo in Scozia (anche se non sono chiari i motivi), i fratelli Russo hanno girato per svariati giorni nella cattedrale di Durham, in Inghilterra, celebre per aver ospitato le riprese di alcuni dei primi film di Harry Potter.

In rete sono trapelate alcune foto dalla barricatissima cattedrale, dove sembra che siano state girate delle sequenze con Rocket (sul posto c’era anche un pupazzo del coniglio procione). La scenografia ricorda vagamente un luogo asgardiano e in effetti alcuni assistenti di produzione a sono stati avvistati con una riproduzione del Mjolnir. Possibile che si tratti di una linea temporale alternativa in cui il martello di Thor non è stato distrutto? È troppo presto per dirlo…

 

Quando inizia la promozione?

Abbiamo già visto come la campagna marketing sia riuscita a celare un mucchio di sorprese della pellicola ora nei cinema, perciò è probabile che succeda lo stesso anche nel caso del prossimo film e che un mucchio di personaggi finiscano per restare esclusi dalla promozione.

I fratelli Russo hanno già anticipato che passerà un bel po’ di tempo prima di scoprire il titolo della pellicola, il che lascia pensare che la campagna promozionale partirà molto tardi e seguirà un po’ lo stesso schema di Infinity War (perciò non partirà prima del prossimo autunno).

La differenza sostanziale sarà una: il Comic-Con di San Diego. Kevin Feige ha spiegato che quest’anno i Marvel Studios non avranno il tipico panel nella Sala H, perciò i prossimi film dell’Universo Cinematografico Marvel – ovvero Captain Marvel e Spider-Man: Homecoming 2 – dovranno fare a meno di San Diego.

 

I veri Morti

Non ha troppo senso fare una distinzione tra i morti “prima e dopo il Guanto”, perché come abbiamo visto gli eventi potrebbero cambiare a tal punto da far resuscitare praticamente tutti. Le vere morti, in tal senso, saranno quelle di Avengers 4. Il fatto che sia stata girata una scena corale con tutti i protagonisti dell’Universo Marvel lascia pensare che i supereroi saranno coinvolti in una battaglia finale contro Thanos. Sarà a quel punto che le morti saranno definitive; dal quarto film sui Vendicatori non si tornerà più indietro: “Niente più resurrezioni questa volta“.

 

LEGGI ANCHE

Gli Avengers torneranno in due film che sono stati girati consecutivamente in circa 9 mesi nel corso del 2017. Il primo capitolo, Avengers: Infinity War, arriverà negli Usa il 27 aprile 2018. Il secondo capitolo, ancora senza titolo, uscirà il 3 maggio 2019.

I due film sono diretti da Anthony e Joe Russo e scritti da Christopher Markus e Stephen McFeely. Tra i produttori esecutivi anche Jon Favreau, regista dei primi due Iron Man.

I film sono stati girati interamente in IMAX con l’ausilio delle nuove macchine da presa targate ARRI – le stesse che i fratelli Russo hanno impiegato per le riprese di Captain America: Civil War, anche se solo per alcune sequenze.

Tra i componenti del cast d’eccezione citiamo Robert Downey, Chris Evans, Chris Hemsworth, Mark Ruffalo, Scarlett Johansson, Jeremy Renner, Elizabeth Olsen, Paul Bettany, Chris Pratt, Zoe Saldana, Dave Bautista, Bradley Cooper, Vin Diesel, Pom Klementieff, Karen Gillan, Benedict Cumberbatch, Tom Holland, Sebastian Stan, Chadwick Boseman, Paul Rudd, Cobie Smulders, Benedict Wong, Letitia Wright, Danai Gurira, Winston Duke, Tom Hiddleston, Tessa Thompson, Benicio Del Toro, Tom Vaughan-Lawlore e Josh Brolin.