L’abbiamo vista, per neanche 30 secondi e con tutte le modifiche di post-produzione necessarie a nascondere i (pochi) segni di modernità, nella 2×01 di Game of Thrones (“Il Nord non dimentica”). Proprio quando, alla fine dell’episodio, Arya, Gendry e Fritella decidono di abbandonare Approdo del Re, un posto che se già normalmente poteva nascondere mille insidie per la giovanissima Stark, dopo la morte di suo padre Ned è diventato da evitare come la peste.

Chiaramente parliamo di quella suggestiva e magica strada alberata che, con quel suo intreccio di rami e fogliame, inaugura il pericoloso vagabondare della fuggiasca e determinata Stark. Una manciata di secondi che si sono impressi, con forza, nell’immaginario di noi spettatori grazie al fascino magnetico di quella via.
“Ma esiste veramente? Dove sta? È un effetto speciale?”.

 

The Dark Hedges, così come appare nell’epilogo della 2×01 de Il Trono di Spade.

 

Sì.

In Irlanda del Nord, nella Contea di Antrim, ad appena un’ora di macchina da Belfast.

No.

Queste le risposte alle domande più comuni che una persona potrebbe porsi ammirando “la Strada del Re” alla fine della puntata di Game of Thrones citata.

Nella prosaica realtà di tutti i giorni, The Dark Hedges, questo il nome della località, esiste davvero ed è, appunto, visitabile come buona parte delle location nordirlandesi del Trono di Spade. La strada alberata (che fra l’altro come ogni luogo in Irlanda è abitata anche da un fantasma, nello specifico quello della Signora Grigia) nasce – mese più mese meno – nel 1775 per volere di James Stuart, desideroso di rendere particolarmente imponente e scenografica la via d’ingresso alla sua magione, la Gracehill House, dove si trova anche un comodissimo parcheggio da cui accedere al sito. Originariamente i faggi piantati erano più di 150. Oggi ne rimangono circa una novantina, tutelati da un Tree Preseravtion Order volto a preservare il più possibile gli alberi superstiti, vittime potenziali del maltempo, del traffico veicolare della strada e dell’inciviltà di chi, armato di coltello, non ha di meglio da fare che incidere nomi o scritte varie sul fusto di piante secolari che meriterebbero tutto il nostro rispetto ed educazione.

Nel 2016, durante la tempesta Gertrude, due alberi sono stati abbattuti dalle avverse condizioni meteo. Discover Northern Ireland, con il beneplacito dell’HBO, ha deciso però di donare una nuova vita al legname dei due sfortunati faggi utilizzandolo per creare 10 porte di pub ispirate ad altrettanti momenti del Trono di Spade. Durante il viaggio organizzato da Turismo Irlandese, io e gli altri giornalisti presenti abbiamo avuto modo di vederne qualcuna (una, ad esempio, si trova proprio nella Gracehill House).

 

La mappa con la posizione delle dieci porte ispirate al Trono di Spade realizzate col legno dei due faggi della The Dark Hedges abbattuti nel 2016 dalla tempesta Gertrude.

 

Ovviamente, se già prima del Trono di Spade si trattava di un luogo ben noto, la celebrità data da quei brevi e preziosi istanti della prima puntata della seconda stagione dello show Tv, ha acuito il tutto, rendendolo uno degli angoli più fotografati, ripresi e popolati di turisti, secondo solo a un must come il Selciato del Gigante.

Il mio consiglio, qualora decidiate di visitare l’Irlanda del Nord e questo specifico e peculiare angolo di mondo, è di recarsi presso la Dark Hedges di primo mattino, qualora siate indipendenti con un auto a noleggio e non con un tour organizzato da una delle tante realtà che propongono escursioni a tema GoT. Considerate che il gruppo di giornalisti di cui facevo parte è arrivato al parcheggio della Gracehill House grossomodo alle 9 e se durante il viaggio di andata lungo i 2 chilometri scarsi del viale alberato abbiamo incontrato pochissime persone, in quello di ritorno il tutto era già cambiato drasticamente. Il numero di visitatori era aumentato considerevolmente nonostante non fossero neanche le 10 di mattina di una giornata, il 25 maggio, ancora non di alta stagione.

Per accedere alla The Dark Hedges non è necessario pagare alcun biglietto, non ci sono restrizioni orarie (è pur sempre una strada, anche se il traffico dei mezzi è regolamentato e non aperto a tutti) e l’unica regola da osservare è quella di rispettare il sito evitando gesti di inciviltà. Se arrivate per i fatti vostri e non in gruppo, è possibile parcheggiare alla già citata Gracehill House o al The Hedges Hotel.

Prima di lasciarvi alla nostra galleria fotografica, ringraziamo per la preziosissima collaborazione Turismo Irlanda e Discover Northern Ireland.

Nella nostra pagina speciale trovate tutti gli aggiornamenti su #BadInTheNorth e #TheBadJedi il nostro doppio tour alla scoperta delle meravigliose location irlandesi di Game of Thrones e del Trono di Spade.