Costato una manciata di milioni di dollari, Get Out ha raccolto 250 milioni di dollari in tutto il mondo e ha ottenuto quattro nomination all’Oscar, portando a casa il premio per la miglior sceneggiatura. Un vero trionfo, quindi è comprensibile che la Blumhouse stia pensando a un sequel.

Lo rivela lo stesso Jason Blum in un’intervista con Variety, spiegando che la sua casa di produzione è totalmente disponibile a farlo, ma che tutto dipende dal regista e sceneggiatore Jordan Peele:

Se Jordan vorrà fare un sequel, io sarò a disposizione in un secondo. Ma deve venire da Jordan peele. Penso comunque che stia riflettendo su quest’idea.

Qualche mese fa, agli Independent Spirit Awards, Peele non aveva escluso un seguito, pur senza sbilanciarsi: “Non è il tipo di film per il quale abbia senso fare un sequel unicamente per fare soldi”.

Nel frattempo, lo ricordiamo, Peele sta lavorando a un nuovo film con Elisabeth Moss e Lupida Nyon’go intitolato Us, in uscita a marzo 2019, al il reboot della serie Ai Confini della Realtà per CBS All Access e alla serie Lovecraft Country con JJ Abrams per la HBO.

Cosa ne pensate? Vorreste vedere un sequel di Get Out?

 

Consigliati dalla redazione