Nel terzo atto di Justice League ambientato in suolo russo delle scene in particolare hanno suscitato qualche dubbio nell’animo dei fan. In alcune sequenze vediamo infatti una famiglia russa in pericolo che viene poi salvata dai supereroi (Flash in particolare). Ma la sequenza faceva parte della prima visione pensata da Zack Snyder o è un’aggiunta arrivata in seguito?

A dissipare ogni dubbio ci ha pensato di recente lo storyboard artist Jay Oliva confermando che quei personaggi non erano presenti nella sceneggiatura originale:

La famiglia russa non è mai stata nella sceneggiatura originale, anzi l’hanno trasformata in una città abbandonata dopo i fatti di L’Uomo d’Acciaio. Quindi non ha senso, doveva essere abbandonata fin dall’inizio [la città].

Zack segue con molta meticolosità ogni scena dei suoi film, è tutto pianificato. Quindi se avesse voluto inserire quella famiglia li dentro l’avrebbe integrata molto più in profondità negli archi narrativi e nella trama [..].

Che si tratti quindi di una scelta avvenuta in un secondo luogo fatta da Joss Whedon?

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

La regia è di Zack Snyder, che ha dovuto lasciare il progetto in piena post-produzione a causa di una tragedia famigliare. Joss Whedon ha supervisionato il film in sua vece.

Alimentato dalla sua rinnovata fiducia nell’umanità e ispirato dal gesto d’altruismo di Superman, Bruce Wayne chiede aiuto alla sua ritrovata alleata Diana Prince, per affrontare un nemico ancora più temibile. Insieme, Batman e Wonder Woman si mettono subito al lavoro per trovare e assemblare una squadra di metaumani pronti a fronteggiare questa nuova minaccia. Ma nonostante la formazione di questa alleanza di eroi senza precedenti – Batman, Wonder Woman, Aquaman, Cyborg e Flash – potrebbe essere già troppo tardi per salvare il pianeta da un attacco di proporzioni catastrofiche.

Il film è uscito nelle sale il 23 novembre 2017.

FONTE: CB

Consigliati dalla redazione