È un fatto ormai assodato che Quentin Tarantino, prima o poi, si dedicherà a un film di Star Trek interpretato dal cast dei reboot e, soprattutto, Vietato ai Minori. Non è ancora chiaro se l’acclamato filmmaker si limiterà al lato produttivo (insieme a J.J.Abrams) e alla sceneggiatura o se finirà anche per sedersi dietro alla macchina da presa.

Quello che appare già palese, nonostante l’approvazione data al progetto dalla Bad Robot e dalla Paramount con una velocità abbastanza spiazzante per le tempistiche di Hollywood, è che ci vorrà del tempo prima di vederlo nei cinema.

A inizio del 2019 dovrebbero infatti partire le riprese del quarto capitolo che verrà diretto da S.J. Clarkson (Bates Motel, Dexter, Jessica Jones, Orange is the New Black), prima regista donna a dirigere un film della saga di Star Trek, mentre Tarantino sarà ancora immerso nella lavorazione del suo Once Upon a Time in Hollywood, in uscita il 26 luglio del 2019 nei cinema americani.

Della questione ha parlato anche Simon Pegg insieme a ComicBook:

Quentin è arrivato alla Bad Robot, ha fatto la sua proposta che è stata “messa in banca”. Penso avesse in mente noi quando ha avuto l’idea, il nuovo cast gli piace. Ma sarà così impegnato per il suo Once Upon a Time in Hollywood che non penso possa farcela prima di cinque, sei anni e, per quel giorno, magari saremo troppo vecchi in ogni caso.

Cosa ne dite?

Consigliati dalla redazione