È stato il primo Guardiano della Galassia a esprimere supporto nei confronti di James Gunn in maniera decisamente esplicita dopo il licenziamento del filmmaker deciso dalla Disney.

E ora, dopo la lettera congiunta di tutto il cast dei due Guardiani della Galassia, è anche quello che torna sull’argomento senza peli sulla lingua prendendo una chiara presa di posizione contro il gruppo proprietario dei Marvel Studios, ovvero la Disney.

Tutto è avvenuto su Twitter. Dapprima la domanda di un follower: “Apprezzo molto il tuo supporto verso James Gunn. Hai un piano o una risposta per la Disney qualora non dovesse essere reintegrato per il terzo Guardiani?”.

La risposta dell’ex wrestler non lascia spazio a dubbi circa l’interpretazione delle sue parole:

Farò quello che sono legalmente obbligato a fare, ma un Guardiani della Galassia senza James Gunn non è quello che ho firmato di fare. GOTG senza James non è GOTG. È anche abbastanza nauseante il pensiero di lavorare con qualcuno che ha legittimato una campagna di fascisti cybernazisti attuata per infangare l’immagine di James. Ecco come mi sento.

 

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti.

Consigliati dalla redazione