È l’Hollywood Reporter a diffondere la notizia nel pomeriggio: nonostante le voci di qualche ora, sembra che la Disney sia intenzionata a utilizzare lo script di James Gunn per Guardiani della Galassia Vol. 3.

L’articolo, in realtà, è incentrato soprattutto sul fatto che mezza Hollywood starebbe ‘corteggiando’ il regista per affidargli progetti molto importanti (in particolare la Warner Bros) dopo che il 20 luglio è stato licenziato dalla Disney per una polemica scatenata da vecchi tweet.

Gunn, in realtà, non è in grado di rispondere ad alcuna offerta perché è ancora legato alla Disney da un contratto di esclusiva che si scioglierà solo dopo complicate trattative. Gunn non ha violato il proprio contratto, poiché i tweet risalgono a prima della sua assunzione, e quindi in caso di licenziamento sarà la Disney a dover versare un importante risarcimento che potrebbe aggirarsi sui 7 / 10 milioni di dollari, se non di più, ovvero quanto avrebbe ricevuto il regista se avesse lavorato al film.

Le fonti dell’Hollywood Reporter sostengono inoltre che la Disney intenderebbe comunque utilizzare lo script del film da poco ultimato da Gunn (e questo avrà un impatto sul risarcimento).

Non è tutto: c’è ancora la possibilità (sempre secondo le fonti del sito) che il licenziamento venga ritirato e Gunn diriga il film, o venga coinvolto in un’altra pellicola Marvel prossimamente: “Non è stata ancora presa una decisione definitiva, e sono ancora in corso conversazioni a riguardo”.

Insomma, bisognerà aspettare e vedere, ma quello che è certo è che le voci che hanno iniziato a circolare qualche ora fa secondo cui la Disney avrebbe deciso di mettere da parte lo script di Gunn non sono accurate.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Consigliati dalla redazione