La crociata dei registi di Hollywood contro l’effetto telenovela continua.

Definito anche come Digital Natural Motion, Motion Smoothing, TruMotion, Intelligent Frame Creation e Motion Interpolation (a seconda delle impostazioni del televisore), si tratta di una forma di trattamento che consiste nella generazione di fotogrammi intermedi (che di fatto sono dei duplicati) attraverso la cosiddetta interpolazione con lo scopo di rendere la visione di un prodotto audiovisivo più fluida e compensare così il motion blur (la sfocatura di movimento). Quello che ne deriva sono degli artefatti che finiscono per rovinare il lavoro dei registi, come dimostra il video in calce all’articolo.

Dopo anni di “guerra silenziosa”, Christopher Nolan e Paul Thomas Anderson hanno deciso di prendere in mano la situazione e parlare direttamente con i produttori di televisori. Nel frattempo ai membri della Director Guild of America è stato spedito un sondaggio allo scopo di rendere nota alle aziende la propria posizione in merito alla questione.

Ai membri viene chiesto ad esempio come i clienti debbano accedere alla modalità “speciale” di visione: attraverso un bottone sul telecomando, attraverso le impostazioni o attraverso un rilevamento automatico.

 

 

Fonte: Slashfilm