A margine del Fantastic Fest di Austin, si sono tenute le prime proiezioni di Overlord, film prodotto da dalla Bad Robot di J.J. Abrams.

Diretto da Julius Avery e scritto da Billy Ray e Mark L. Smith, il film è ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale e segue le vicende di un gruppo di paracadutisti americani che si imbattono in una sperimentazione nazista che, attraverso forze soprannaturali, intendono combattere gli alleati.

Nel cast di Overlord, che uscirà il 26 ottobre negli USA grazie alla Paramount Pictures e in Italia grazie alla 20th Century Fox, gli attori Wyatt Russell, Pilou Asbæk, Iain De Caestecker, Bokeem Woodbine, Jacob Anderson, John Magaro, Jovan Adepo, Helene Cardona.

Online sono arrivate le prime recensioni del film, tendenzialmente positive.

Ecco, a seguire, una rassegna di stralci significativi:

Unendo insieme un po’ dello spirito di bassa qualità della Nazisploitation a un cast di giovani talenti e a un filmmaking ben più che solido, si tratta di un film molto più mainstream di quanto le fanfare da “film di mezzanotte” lo vogliano far sembrare, anche se solo un po’. Gli amanti dell’horror potranno rallegrarsi, così come gli ammiratori del cast emergente. (THR)

Riuscire a mischiare insieme e a far lavorare bene il terrore primordiale di una pellicola horror e l’azione e l’intensità di un film di guerra non è semplice, ma Avery riesce a farlo straordinariamente bene. Overlord è tutto un fiorire di Nazi presi a pugni, Nazi che esplodono e Nazi crivellati di colpi, con un team di eroi per cui vale la pena fare il tifo, villain da detestare e mostri per cui essere spaventati. Un grandissimo livello di intrattenimento. (ComingSoon)

La maggior critica che posso muovere al film è che pare quasi riluttante a volersi manifestare come vero e proprio monster movie, oscillando fra la gloria del B-movie e la canonica storia di soldati. C’è un fiorire di effetti speciali prostetici e design da “scienziato pazzo e disturbato”, ma sono sempre degli assaggini, non c’è mai una vera e propria portata completa. (Collider)

Overlord non è assolutamente Call of Duty Nazi Zombi – Il Film, ed è un bene. Le fragorose ricostruzioni della Seconda Guerra Mondiale sono impressionanti quanto gli “inumani” creati con una bio-ingegneria che farebbe impallidire Stuart Gordon. Non attendetevi orde di zombi che sfondano cancelli perché Julius Avery si prende tutto il tempo necessario a costruire l’Armata deiMille Anni di Hitler, ma la pazienza porta ricompensa. (SlashFilm)

Overlord ti invita con una bassa aspettativa per poi elevarsi, gioiosamente, al di sopra di essa. Sì, è un B-movie prodotto con le grandi risorse di una major che parla di soldati americani che combattono dei Nazi-zombi durante la Seconda Guerra Mondiale. Ma a dispetto di alcuni personaggi non sviluppati a dovere e l’impiego di alcune convenzioni del genere, Overlord va decisamente oltre il livello “Call of Duty” con una storia avvincente che scava molto più in profondità di quanto questo materiale cinematografico faccia abitualmente. (IndieWire)

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!