L’acquisizione di Time Warner da parte di AT&T inizia a dare i primi frutti “strategici”. WarnerMedia, la nuova media company nata dopo l’acquisizione, ha infatti annunciato il lancio di una piattaforma streaming globale proprietaria nel 2019 – sulla scia di quanto annunciato da Disney.

John Stankey ha svelato il piano mercoledì, spiegando che il servizio includerà contenuti della HBO e della library Warner e che verrà lanciato entro la fine del 2019. Non è stato diffuso il prezzo, ma sembra sarà più alto dell’attuale piano di HBO GO:

Si tratta di uno dei benefici della fusione AT&T/Time Warner: intendiamo lanciare un prodotto competitivo e intrigante che sia complementare agli altri nostri business e ci aiuti a espandere su una nuova piattaforma la nostra offerta di film, serie tv, library, documentari e animazione.

AT&T ha comunicato di voler accorpare al nuovo servizio di streaming realtà già lanciate da WarnerMedia come Boomerang, il coreano DramaFever e la piattaforma DC Universe.

L’obiettivo di WarnerMedia, come quello di Disney, non è solo di competere con Netflix ma anche di aumentare i profitti generati dalle produzioni originali rispetto a quanto già non si ottenga tramite le licenze internazionali e la trasmissione in syndacation. È un obiettivo di lungo termine, nel frattempo le aziende chiederanno pazienza agli investitori, che vedranno crescere non poco le spese per lo sviluppo, la promozione e la gestione di queste piattaforme.

Fonte: Variety