Coincidenza?

Casualità?

Furto di idea?

Procediamo con ordine.

Come noto il 12 dicembre negli Stati Uniti arriverà nei cinema Once Upon a Deadpool, la versione “per ragazzi” (cioè con rating PG-13) di Deadpool 2.

In Once Upon a Deadpool il film originale Deadpool 2 è stato rimontato e “inserito” all’interno di una cornice narrativa scritta da Rhett Reese, Paul Wernick e Ryan Reynolds. Questa cornice è stata girata nell’arco di una giornata in maniera molto estemporanea.

Qualche settimana fa, in una chiacchierata con Deadline, Ryan Reynolds aveva spiegato che:

La Fox mi chiede un Deadpool PG-13 dal 2006: Io ho detto di no da allora. Ma stavolta ho detto di sì a due condizioni: primo, una parte degli incassi deve andare in beneficienza. Secondo, volevo rapire Fred Savage. Devo dare una spiegazione a riguardo…”

Nel film Savage affianca Reynolds nella cornice narrativa di Once Upon a Deadpool, una vera e propria scena in camera da letto ripresa da La Storia Fantastica (1987), dove Savage interpretava il bambino. Le sequenze girate sono otto, e interromperanno saltuariamente il film.

I “punti di domanda” e le ipotesi ventilate all’inizio dell’articolo, derivano dal fatto che una soluzione narrativa decisamente simile era stata suggerita alla star (con tanto di tag) da un suo follower a dicembre del 2017.

Potete verificare voi stessi:

 

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Consigliati dalla redazione