Stephen King è tornato a tessere le lodi di A Quiet Place – Un Posto Tranquillo, il film di John Krasinsk con Emily Blunt arrivato in primavera.

Il film è economico, dura solo 81 minuti. Così come la sceneggiatura, che è lunga 83 pagine, pur essendo molto DENSA” ha commentato King in un’intervista con Variety. Ha poi aggiunto:

Non è una sorpresa che i cinema più moderni stiano investendo nell’impianto sonoro – Dolby, DTS, THX – perché ora tantissimi film si basano sul parlato e sul suono (mia moglie si rifiuta di andare al cinema a vedere quel genere di film che definisce “cose che esplodono”).

Le immagini ci sono, naturalmente, ma oserei dire che la maggior parte dei film non sfrutta a pieno il potenziale dell’occhio umano. A Quiet place lo fa. Proprio come il cortometraffio francese An Occurrence at Owl Creek Bridge, è poesia visiva. Quando ARRIVA il suono in A Quiet Place sembra di ricevere un getto di acqua gelida in faccia.

Con un budget di 17 milioni di dollari,A Quiet Place – Un Posto Tranquillo ha incassato in tutto il mondo 340 milioni di dollari. Un sequel, ambientato nello stesso “universo”, arriverà il 15 maggio 2020.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!