Abbiamo parlato più e più volte degli investimenti fatti o preventivati da Netflix.

A inizio anno, la dirigenza del gigante dello streaming aveva annunciato un piano da 8 miliardi di dollari per la produzione di contenuti originali nel corso del 2018, poi è arrivata l’acquisizione degli ABQ Studios, i primi teatri di posa comprati dalla N Rossa senza dimenticare la “dichiarazione programmatica” di Scott Stuber, il capo della divisione dedicata alla produzione di film originali, che secondo alcuni insider è deciso a puntare sui kolossal in stile Marvel Studios e Signore degli Anelli e sui registi di prestigio.

Ora è arrivata la sostanziale conferma alla strategia di cui sopra. Ed è giunta sostanzialmente dallo stesso Stuber, in un profilo pubblicato dal New York Times.

I piani sarebbero quelli di arrivare a finanziare una novantina di film originali Netflix ogni anno fra lungometraggi live action, animazione e documentari, con dei budget che potrebbero arrivare a toccare quota 200 milioni di dollari. Per mettere le cose in prospettiva: un film come Star Wars: Il Risveglio della Forza ha un budget stimato di circa 260 e una major come la Universal produce in media una trentina di film ogni anno.

Allo stato attuale delle cose, escludendo i nomi dei filmmaker e delle star già apparse e coinvolte nelle produzioni Netflix, filmmaker come Martin Scorsese, Steven Soderbergh, Dee Rees, Guillermo del Toro, Noah Baumbach e Michael Bay hanno già in cantiere dei progetti. Fra le attrici e gli attori di richiamo “messi sotto contratto” troviamo invece gente come Meryl Streep, Ben Affleck, Eddie Murphy, Sandra Bullock e Dwayne Johnson.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti.

Consigliati dalla redazione