Dire che Star Wars IX di J.J.Abrams è uno dei film più attesi del 2019 significa, sostanzialmente, enunciare un’ovvietà.

Sia che apparteniate alla schiera di amanti di Star Wars: Gli Ultimi Jedi che di delusi, sarete sicuramente accomunati da un desiderio, una curiosità condivisa: sapere come finirà questa nuova Trilogia.

Quello che è altamente probabile è che questo Nono Capitolo di Star Wars porterà a termine la vicenda degli Skywalker e che, in futuro, la saga potrebbe andare a raccontare “altre storie”. Ma di questo avremo modo di parlarvi durante il nostro speciale.

Speciale che, è bene puntualizzare, si basa solo ed esclusivamente su notizie e dichiarazioni assodate, da cui, eventualmente, abbiamo fatto partire le nostre congetture. Vi sarà capitato (o vi potrebbe capitare nei prossimi mesi), d’imbattervi in notizie più o meno strillate incentrate su “nuovi, incredibili dettagli su Star Wars 9!” e similari, basate, magari, su un qualche vaneggiamento apparso su reddit o chissà dove in giro per il web. Su BadTaste cerchiamo di evitare di dare credito a informazioni la cui fonte è il nulla perché generano solo confusione. Un conto è una fan theory bizzarra, interessante o affascinante riportata come tale sul film X o Y, un altro è dire che “Obi-Wan Kenobi tornerà in Episodio 9!” perché il cugino di secondo grado di un tizio che una volta ha portato il caffè all’assistente di Kathleen Kennedy ha scritto così su Twitter.

È da Il Risveglio della Forza che il ritorno di Kenobi viene dato per certo e abbiamo visto come è andata.

 


 

Le riprese in Giordania: ritorno a Jedha o Jakku?

 

Così come per Rogue One: A Star Wars Story, anche la lavorazione di Star Wars IX ha interessato il deserto di Wadi Rum in Giordania. Il deserto giordano di Wadi Rum è una location particolarmente frequentata da Hollywood: oltre ai qua presenti film di Guerre Stellari, altre produzioni che hanno toccato l’area sono Sopravvissuto – The Martian di Ridley Scott, Transformers – La Vendetta del caduto di Michael Bay e, di recente, Aladdin di Guy Ritchie.

Le riprese sono durate ben tre settimane e la domanda è: J.J.Abrams ci riporterà a Jedha, a Jakku o si tratterà di scene ambientate in un altro pianeta “alieno”?

 

 

Il primo trailer: quando arriverà?

 

Dicembre è un mese ricco di uscite cinematografiche e, logicamente, anche di trailer inediti allegate ai nuovi titoli in uscita.

Nelle scorse settimane abbiamo visto di tutto: da Avengers: Endgame a Godzilla II, passando per pellicole italiane molto attese come Il Primo Re. A mancare all’appello sono stati Spider-Man: Far From Home (rimandato a data da destinarsi, probabilmente per gestire al meglio la collocazione cronologica della storia del film, ambientato dopo il quarto Avengers) e Star Wars 9.

C’era chi, tenendo conto delle osservazioni fatte da blogger americani molto noti, dava per certo l’arrivo delle prime immagini del kolossal.

Noi abbiamo sempre ritenuto che si trattasse di una previsione errata. E i fatti ci hanno dato ragione. A questo punto è anche abbastanza impensabile che il reveal possa avvenire a margine del Super Bowl. La Star Wars Celebration di Chicago resta l’osservata speciale N°1.

 

Mark Hamill deve ancora girare buona parte delle sue scene, la segretezza del set è a livelli CIA

 

Durante la lavorazione de Gli Ultimi Jedi, Rian Johnson era solito pubblicare svariati materiali – sostanzialmente spoiler free – dal set della pellicola.

J.J.Abrams ha un diverso modo di fare e ha riportato tutto ai livelli di segretezza di Il Risveglio della Forza. Ne ha discusso, poche settimane fa, Mark Hamill durante un’intervista in cui ha specificato inoltre di dover ancora girare buona parte delle sue scene:

È come lavorare in una sorta di organizzazione governativa segreta, come la CIA. Mi manderanno le revisioni dei copioni a Praga, sono stampate su questa carta rosso scuro che fa venire mal di testa. Manderanno qualcuno della Lucasfilm con un aereo, mi consegneranno il plico, aspetteranno che io lo legga e poi se lo riprenderanno. Quindi… nessuna pressione! Non posso nemmeno tenerlo durante la notte. Così vanno le cose adesso…

Sul set di Knightfall a Praga, Hamill ha dichiarato di dover girare ancora la maggior parte delle sue scene per Episodio IX. […] Finora ha girato per circa una settimana, e tornerà sul set tra un impegno con la produzione di Knightfall e l’altro.

Durante le riprese di Gli Ultimi Jedi l’attore aveva ottenuto il permesso di portare con sé una versione cartacea della sceneggiatura, promettendo però di metterlo in una cassaforte la sera e di non lasciarlo mai in giro durante le riprese. Per Episodio 9 non avrà nemmeno questo privilegio.

 

Luke Skywalker Star Wars

 

Il Leader Supremo Snoke tornerà?

 

Il destino del Leader Supremo Snoke è stato uno degli snodi narrativi più discussi di Star Wars: Gli Ultimi Jedi.

Sul red carpet londinese di Mowgli – Il Figlio della Giungla, la pellicola targata Netflix, è stato lo stesso Andy Serkis a “stuzzicare i palati”:

Ho scritto una email a J.J. dicendogli “Fammi sapere come stanno andando le cose [per Star Wars IX] e quanto è emozionante”. Ovviamente ci tengo molto a sapere quello che comina la famiglia. Su Snoke chi lo sa, potrebbe tornare e non sto dicendo niente, sto solo facendo delle supposizioni. Sto solo diffondendo rumour tanto per, ma può succedere di tutto.

 

“J.J.Abrams non sta dirigendo un film, ma una piccola nazione”

 

Anche per noi che veniamo spesso invitati sui set di pellicole molto attese – previa firma di ovvi accordi di non divulgazione – accedere al set di uno Star Wars equivale a pura sci-fi. Sono pochissime le testate ad avere questo privilegio. Chiaramente però, i set di Guerre Stellari possono essere calpestate da una categoria ben precisa di persone: le celebrità di Hollywood e dintorni. Fra queste c’è anche Kevin Smith che ha così descritto la sua esperienza:

Ti fanno firmare così tanti accordi di non divulgazione che, se dicessi qualcosa, sbucherebbe fuori qualcuno con una Spada laser a tagliarmi una mano. Ma voglio dire questo. Prima cosa: J.J. sta facendo qualcosa si gigantesco. Il film pare grandioso. Manca ancora un anno, ma ragazzi, è meraviglioso. Ho pianto sul set perché ho visto qualcuno regalarci la miglior performance della sua carriera, qualcuno che ho già visto prima in questi film. Mi è scesa una lacrima, una roba di una potenza incredibile. Poi è il set più grande che mi sia capitato di vedere nella mia vita. Quel tizio non sta dirigendo un film, è come se stesse dirigendo una piccola nazione. Una roba colossale. Sono stato lì per una settimana e ho assistito alla lavorazione di due scene. Una era davvero straordinaria. Ho appreso i dettagli della trama e posso dire che il film sarà fantastico.

 

Kylo Ren indosserà di nuovo un elmo?

 

È l’unica concessione al “rumour selvaggio” di questo special.

Che ci permettiamo solo ed esclusivamente perché la fonte del tutto è MakingStarWars, blog solitamente attendibile.

Il sito citato ha riportato una indiscrezione – chiaramente priva di conferma – su Kylo Ren e il suo look. A quanto pare il villain interpretato da Adam Driver tornerà a indossare una maschera, anzi, la sua vecchia maschera distrutta ne Gli Ultimi Jedi, i cui pezzi sarebbero stati rimessi insieme usando una specie di materiale adesivo rosso cristallino. L’aspetto di questo “nuovo” elmetto avrebbe un che di Kylo Ren, Darth Vader e Darth Maul.

 

 

Domhnall Gleeson si è “pentito” di aver letto lo script e ha paura di parlare troppo

 

L’interprete di Hux ha letto lo script del film e ha paura di rivelare cose che dovrebbe tenere per sé. L’attore irlandese ha così ironizzato in materia:

Ho fatto il terribile errore di leggere la sceneggiatura e ora so tutto. Ho paura di addormentarmi su un mezzo pubblico… Di svegliarmi su un aereo e dettare cose perché magari mi sveglio e dalla mia bocca stanno uscendo parole come “Luke Skywalker ha fatto questo e questo”… e all’improvviso realizzo che non so da quanto tempo sto andando avanti così e magari c’è un ragazzino che ha ripreso tutto o qualcuno che si è annotato ogni cosa. E visto che mi troverei in aria direi qualcosa tipo “Dobbiamo parlare prima dell’atterraggio, posso avere accesso al mio conto in banca”.

 

Il ritorno di Lando Calrissian

 

Non sappiamo per quanto tempo sarà in scena e non sappiamo quale sarà il suo ruolo nella guerra contro il Primo Ordine, ma una cosa è certa: Billy Dee Williams farà il suo ritorno nei panni di Lando Calrissian in Star Wars: Episodio IX.

La sola rivelazione fatta dal veterano è stata quella relativa a… le sue sessioni di allenamento per tornare in forma per la parte!

 

I nuovi volti

 

Matt Smith.

Keri Russell.

Dominic Monaghan.

Richard E. Grant.

Una giovane attrice per una nuova parte.

Sappiamo solo che nel cast di Star Wars 9 ci saranno delle new entry, ma ingnoriamo chi andranno ad interpretare. Per due di loro, Dominc Monaghan e Keri Russell, si tratta di una reunion con J.J.Abrams. Il primo era infatti nel cast di LOST, mentre la seconda in quello di Felicity, serie tv ideata proprio da Abrams e Matt Reeves, nonché in quello di Mission: Impossible III.

La co-protagonista di The Americans ha così commentato la sua partecipazione:

È divertente lavorare con qualcuno che apprezzi così tanto. Quando ci vediamo parliamo senza sosta per raccontarci tutti i dettagli di quello che ci è accaduto negli ultimi anni e ciò è anche più bello quando condividi una storia comune con qualcuno. La rende più godibile. E poi quando J.J. chiama così all’improvviso, in genere accadono cose interessanti.

 

Carrie Fisher sarà nel cast!

 

Il 27 settembre del 2016 abbiamo salutato per sempre Carrie Fisher, morta a causa delle complicazioni dell’arresto cardiaco avuto 15 minuti prima che il suo volo da Londra a Los Angeles toccasse terra.

La sua Leia però tornerà nel nono capitolo della saga, mossa, questa, che è stata possibile anche grazie alla “benedizione” dei suoi familiari, la figlia Billie Lourd, e suo fratello Todd Fischer.

È stato proprio lui a dichiarare:

Personalmente non potrei essere più felice ed entusiasta che la nostra Carrie torni nei panni della Principessa Leia nel nuovo e finale Star Wars: Episodio IX, utilizzando scene del Risveglio della Forza messe da parte.

Noi, come famiglia, e la sua famiglia estesa di fan in tutto il mondo crediamo che la Principessa Leia di Carrie sia radicata per sempre nel franchise, e la sua presenza indelebile è fondamentale nel film. JJ Abrams ha compreso il ruolo iconico di Carrie, e ha ripensato egregiamente questa sua partecipazione finale per utilizzare queste ultimissime scene mai utilizzate, senza bisogno di ricrearla in digitale o animatronic. La nostra famiglia e i fan non vedono l’ora.

Non è ancora chiaro come si tradurrà, in termini pratici, la gestione del personaggio. È molto probabile che verranno usate sequenze e riprese non utilizzate tanto de Il Risveglio della Forza, quanto di Gli Ultimi Jedi.

 

Quando sarà ambientato il film?

 

La riposta è stata data, piuttosto di recente, da John Boyega in un’intervista a Empire.

L’interprete di Finn afferma infatti che il film sarà ambientato “circa un anno dopo” gli eventi di Star Wars: Gli Ultimi Jedi, un salto molto più ampio rispetto a quello tra Il Risveglio della Forza e Gli Ultimi Jedi. Sarà interessante capire se questo balzo in avanti verrà utilizzato per spiegare, in qualche modo, l’uscita di scena di Leia Organa (anche se sappiamo che il personaggio avrà un ruolo, non sappiamo quanto ampio, grazie all’utilizzo di scene di Carrie Fisher in Il Risveglio della Forza già girate e mai utilizzate).

 

Il futuro della saga, fra pause doverose, le Nuove Trilogie e le serie TV

 

Vada come vada, quando saranno finiti i titoli di coda di Star Wars 9, avremo una certezza.

La saga continuerà.

Ma, probabilmente, non avrà una “potenza di fuoco” in stile Marvel Studios. Non ci saranno tre Guerre Stellari all’anno anche perché, lo stesso Bob Iger, ha ammesso di aver sbagliato a voler far uscire Solo: A Star Wars Story a soli cinque mesi di distanza da Gli Ultimi Jedi, assumendosi tutta la responsabilità per il fallimento commerciale del film.

Sono stato io a prendere la decisione sulla finestra di release e, osservando retrospettivamente il tutto, credo che l’errore che ho commesso – di cui mi assumo tutte le responsabilità – sia stato un po’ troppo collegato alla fretta. Nel futuro andremo meno spediti, ma questo non significa che non faremo altri film di Star Wars […] Ci troviamo nel punto in cui stiamo iniziando a prendere delle decisioni in merito a quello che accadrà dopo il film di J.J., ma penso che saremo decisamente più attenti in materia di mole di film in uscita e tempistiche. E mi assumo tutte le responsabilità in materia (Iger impiega, in originale, la celebre espressione del Presidente Harry Truman “And the buck stops here on that”, ndr.).

Ora come ora in ballo ci sono i film di Star Wars supervisionati da Rian Johnson e quelli del duo di Game of Thrones Daniel Brett WeissDavid Benioff, il cui destino appare, a questo punto, avvolto nel mistero.

Sono già nettamente più delineati i contorni delle serie TV che la Lucasfilm produrrà in vista del lancio di Disney+, la piattaforma streaming che la Casa di Topolino inaugurerà nel corso del 2019. La lavorazione di The Mandalorian è già partita e a buon punto, mentre è in fase attiva di sviluppo quella che fungerà da “prequel” agli eventi di Rogue One con Diego Luna di nuovo nei panni della spia ribelle Cassian Andor durante i primi anni della Ribellione. Le riprese inizieranno l’anno prossimo.

 

 


 

Star Wars: Episodio IX sarà al cinema a dicembre 2019.

Nel cast torneranno Mark Hamill (Luke Skywalker), Anthony Daniels (C-3PO), Billy Dee Williams, Carrie Fisher (grazie a materiale d’archivio) e ovviamente i nuovi protagonisti Daisy Ridley, Adam Driver, John Boyega, Oscar Isaac, Domhnall Gleeson, Kelly Marie Tran, Joonas Suotamo, Billie Lourd (figlia di Carrie Fisher), Lupita Nyong’o.

Nuovi membri del cast saranno Naomi Ackie, Keri Russell e Richard E. Grant.

Scritto da Abrams con Chris Terrio, il film uscirà a dicembre 2019. Alla produzione Kathleen Kennedy, Abrams e Michelle Rejwan, mentre alla produzione esecutiva vi saranno Callum Greene e Jason McGatlin. Nella troupe John Williams (colonna sonora), Dan Mindel (fotografia), Rick Carter e Kevin Jenkins (scenografi), Michael Kaplan (costumista), Neal Scanlan (creature e droidi), Maryann Brandon e Stefan Grube (montaggio), Roger Guyett (VFX), Tommy Gormley (primo assistente regista) e Victoria Mahoney (regista di seconda unità).