Avatar: le riprese in live action dei sequel inizieranno in primavera, Jon Landau svela diversi dettagli!

In occasione dell’imminente uscita di Alita: Angelo della Battaglia, il produttore Jon Landau ha incontrato i fan a una proiezione IMAX in anteprima e ha parlato, inevitabilmente, anche dei sequel di Avatar.

Il primo aggiornamento che ha dato sulla produzione è il seguente:

Abbiamo completato la fase principale delle riprese in performance capture di Avatar 2, Avatar 3 e di parte di Avatar 3. In primavera gireremo la porzione di riprese in live action in Nuova Zelanda. Abbiamo appena annunciato che Edie Falco interpreterà il Generale Ardmore, a capo delle forze dell’RDA. Nel classico stile di James Cameron, è riuscito a trovare una donna forte per un ruolo che, se venisse letto sulla sceneggiatura, potrebbe essere facilmente il ruolo di un maschio.

Landau ha confermato che le sceneggiature di tutti e quattro i sequel sono state completate prima dell’inizio delle riprese, motivo per cui c’è voluto così tanto:

È per questo che abbiamo atteso così tanto. Dovevamo terminare le sceneggiature prima di imbarcarci nella produzione. Dovevamo capire dove sarebbero andati i personaggi. Non ci serviva solo per capirli, serviva anche al cast. Sono loro a interpretare quei ruoli e dovevano capire le decisioni che avrebbero preso nel secondo e nel terzo film, e l’impatto che avrebbe avuto sul quarto film.

Il produttore ha parlato anche dell’ambientazione:

Abbiamo anche deciso che i sequel saranno tutti ambientati su Pandora. Ci sono altri film o franchise in cui, se vogliono far vedere l’acqua, si spostano su un pianeta oceanico. Se vogliono la neve… vanno su un pianeta nevoso. Abbiamo pensato alla Terra: uno può passare la sua intera vita a viaggiare per il globo e non riuscire a vedere tutte le sue meraviglie. Facciamo la stessa cosa su Pandora. Facciamo che Pandora sia una metafora, mostriamo tutte le diverse ambientazioni. Inoltre, nei sequel incontreremo nuovi clan e diverse culture. Proprio come il nostro pianeta: siamo un melting pot. Nel primo film abbiamo incontrato solo gli Omaticaya. Ma se un clan ha sempre vissuto nell’oceano, la loro cultura sarà molto diversa da quella di un clan che vive nella foresta pluviale.

Landau è entrato poi nel dettaglio delle riprese sottomarine che hanno coinvolto anche Kate Winslet:

Abbiamo costruito una vasca con 500.000 galloni d’acqua, e stiamo girando in performance capture sott’acqua, sulla superficie dell’acqua e sopra l’acqua. Abbiamo insegnato al nostro cast a trattenere il respiro a lungo, perché nelle scene in questione dovranno nuotare e non vogliamo che indossino maschere. Kirk Krack li ha addestrati a rimanere sott’acqua a lungo, trattenendo il respiro per diversi minuti. Kate Winslet è arrivata a trattenere il respiro, da ferma, per ben sette minuti. È una cosa incredibile, la mente che controlla il corpo. Sembrava perfettamente a suo agio. Un giorno stava facendo delle prove in una vasca dotata di finestre, lei era sott’acqua ad allenarsi e l’ho vista camminare sul fondo della vasca, a destra e a sinistra, a destra e a sinistra… poi mi ha visto e mi ha salutato. Non riuscivo a crederci!

Infine, il produttore ha confermato che per godersi i film di Avatar non sarà necessario aver visto gli episodi precedenti:

Ogni film è un film a se stante. Non sarà necessario aver visto Avatar per vedere Avatar 2. È una cosa separata, faremo intraprendere al pubblico un viaggio visuale ed emotivo con una sua conclusione. Il primo sequel è stato concepito come un film a sé, e così anche il terzo, il quarto e il quinto. Con Avatar abbiamo il lusso di avere il mondo di Pandora. Tutto può essere nuovo e inedito.

Intanto James Cameron ha commentato su ETOnline i titoli dei film trapelati qualche tempo fa (Avatar: The Way of Water, Avatar: The Seed Bearer, Avatar: The Tulkun Rider e Avatar: The Quest for Eywa):

Non posso confermare o smentire… Ok, ok, ecco cosa posso dirvi. Sono tra i titoli che abbiamo preso in considerazione. Ma non è stata ancora presa alcuna decisione definitiva.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Ricordiamo che nel cast torneranno Sam Worthington, Zoe Saldana, Joel David Moore, Giovanni Ribisi, Stephen Lang e Sigourney Weaver. A loro si aggiungono Kate Winslet, Cliff Curtis e Oona Chaplin, CCH Pounder, Britain Dalton, Duane Evans Jr., Filip Geljo, Jamie Flatters, Bailey Bass, Trinity Bliss, e Jack Champion.

Scritti da Cameron insieme a Rick Jaffa, Amanda Silver, Josh Friedman e Shane Salerno, i sequel sono prodotti da Cameron e Jon Landau con la loro Lightstorm Entertainment e dalla 20th Century Fox.

Le riprese dei primi due sequel di Avatar sono partite il 25 settembre 2017 negli studi di Manhattan Beach in California, per poi spostarsi in Nuova Zelanda, agli Stone Street Studios di Wellington. Avatar 2 uscirà il 18 dicembre 2020, mentre l’anno successivo, il 17 dicembre 2021, uscirà Avatar 3. Solo allora verranno girati i due sequel successivi: Avatar 4 arriverà in sala il 20 dicembre 2024, e Avatar 5 il 19 dicembre 2025.

Il bugdget complessivo per i quattro progetti dovrebbe superare il miliardo di dollari, con una media di 250 milioni di dollari circa a film.

Fonte: Collider

 

Consigliati dalla redazione

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.