Abbiamo vissuto mesi di relativa calma e tranquillità, ma adesso, con l’approssimarsi della Star Wars Celebration, gli animi sopiti del fandom si stanno risvegliando, compresi quelli che fanno parte di quella particolare frangia definita come “tossica”.

Nelle ore scorse, Pablo Hidalgo, lo Yoda della Lucasfilm, l’Indiana Jones di Star Wars, colui che, insieme agli altri membri dello storygroup della Lucasfilm, si occupa di supervisionare il canone dell’epopea, ha avuto modo di rispondere su Twitter ad alcune critiche nei confronti del “nuovo corso” del franchise.

Considerato che Hidalgo, di tanto in tanto, svuota e ripulisce il suo feed twitter, abbiamo catturato tutto tramite degli screenshot.

Hidalgo ha spiegato che le critiche relative alla “rappresentazione degli uomini come dei goffi imbranati” nei nuovi capitoli della saga, non hanno molto senso e non reggono un eventuale “test della purezza” con la Trilogia Classica.

 

 

Per farlo, non ha impiegato parole sue, ma delle dichiarazioni di colui che Star Wars l’ha creato:

George Lucas. Leia è il capo. È il personaggio chiave. Le ho spiegato: “Tu sei una senatrice di 19 anni. Devi lottare ogni giorno. Sai sparare, sai volare, sei intelligente. Quei due ragazzi sono due tontoloni. Non sanno niente di niente. Han sa come pilotare un’astronave. Luke non sa nulla a eccezione di come funzionino i vaporatori. Tu sei l’unica che sa cosa sta succedendo. Tu fai parte della rivoluzione. Loro no. Tu sei a capo ti ogni cosa quindi tieni ben dritta la tua schiena”. Le ricordavo sempre che lei poteva camminare verso Darth Vader senza essere spaventata da lui.

 

 

La discussione si è poi inevitabilmente spostata sul Luke Skywalker di Gli Ultimi Jedi, reo di non essere abbastanza badass.

Hidalgo ha fatto ironicamente notare che accostare gli Jedi al termine “badass” denota una profonda comprensione di come si era chiuso l’Episodio VI aggiungendo poi che la gente dovrebbe guardarsi qualche film di samurai per capire meglio.

 

 

Le riprese di Episodio IX dovrebbero proseguire almeno fino a metà di febbraio.

Star Wars: Episodio IX sarà al cinema a dicembre 2019.

Nel cast torneranno Mark Hamill (Luke Skywalker), Anthony Daniels (C-3PO), Billy Dee Williams, Carrie Fisher (grazie a materiale d’archivio) e ovviamente i nuovi protagonisti Daisy Ridley, Adam Driver, John Boyega, Oscar Isaac, Domhnall Gleeson, Kelly Marie Tran, Joonas Suotamo, Billie Lourd (figlia di Carrie Fisher), Lupita Nyong’o.

Nuovi membri del cast saranno Naomi Ackie, Keri Russell e Richard E. Grant.

Scritto da Abrams con Chris Terrio, il film uscirà a dicembre 2019. Alla produzione Kathleen Kennedy, Abrams e Michelle Rejwan, mentre alla produzione esecutiva vi saranno Callum Greene e Jason McGatlin. Nella troupe John Williams (colonna sonora), Dan Mindel (fotografia), Rick Carter e Kevin Jenkins (scenografi), Michael Kaplan (costumista), Neal Scanlan (creature e droidi), Maryann Brandon e Stefan Grube (montaggio), Roger Guyett (VFX), Tommy Gormley (primo assistente regista) e Victoria Mahoney (regista di seconda unità).

Consigliati dalla redazione