La polemica legata alla decisione dell’Academy di presentare quattro premi durante gli stacchi pubblicitari della notte degli Oscar non si placa, anzi.

Dopo la lettera aperta firmata da importanti esponenti di Hollywood e non solo, l’Academy mercoledì ha risposto giustificandosi:

Nessun premio verrà presentato in una maniera che rappresenti i risultati conseguiti dai nominati e dai vincitori in maniera inferiore agli altri. […] A causa della diffusione di notizie imprecise e di post sui social media, si è creata una catena di disinformazione che ha giustamente infastidito molti membri dell’Academy. […] I nostri produttori hanno preso in grande considerazione sia la tradizione degli Oscar sia il pubblico globale che assisterà alla cerimonia. Crediamo sinceramente che apprezzerete il programma, e non vediamo l’ora di celebrare un grande anno al cinema con tutti i membri dell’Academy e il resto del mondo.

L’Academy spiega poi che le quattro categorie (fotografia, montaggio, cortometraggio live-action e trucco e parrucco) sono state selezionate tra quelle che si erano offerte “spontaneamente”, e che l’anno prossimo verranno selezionate altre categorie (potrebbero anche salire a sei). La richiesta di tornare indietro, comunque, è improponibile perché la decisione è stata presa dal Board dell’Academy e a dieci giorni dalla cerimonia è quasi impossibile organizzare una nuova riunione.

La cosa effettivamente incredibile è che tutta questa polemica nasce dalla necessità dell’Academy di accorciare la notte degli Oscar sotto le tre ore, ma tagliare la consegna di quattro premi e presentare al suo posto un montaggio a fine serata farà risparmiare sì e no 5-6 minuti: va sottolineato che l’anno scorso la cerimonia è durata quasi quattro ore.

L’American Society of Cinematographers, il sindacato dei direttori della fotografia, ha quindi deciso di replicare alla lettera dell’Academy, definendo la giustificazione fornita “insoddisfacente e stranamente inaccurata”:

Dichiarare che “nessun premio verrà presentato in modo da sminuire una categoria rispetto all’altra” è in diretto conflitto con il piano che avete presentato lunedì ai membri dell’Academy. L’atto di consegnare certi premi durante le pubblicità e poi, a vostra discrezione, di mandare in onda questo contenuto, sminuisce certamente queste categorie rispetto a quelle che verranno onorate in diretta sul palco. Riguardo la vostra affermazione circa la “disinformaizione”: la nostra lettera di protesta del 13 febbraio è stata creata da un gruppo ristretto dimembri dell’ASC e si riferisce direttamente a una copia della lettera del presidente Bailey dell’11 febbraio, così come alla Mission dell’AMPAS. Non c’è stata alcuna disinformazione né notizie imprecise. I media hanno riportato accuratamente le informazioni e hanno dato equa rappresentazione a entrambe le parti.

Ci chiediamo inoltre come siete arrivati a questa decisione. Avete detto che i membri di tutte le categorie sono stati coinvolti, e che la categoria dei direttori della fotografia si è proposta “volontariamente”, ma a quanto ci risulta nessuno sapeva di questa cosa e nessuno ha votato una mozione per dare il via libera a questa decisione.

[…] Stiamo ricevendo un sostegno sempre più ampio per chiedervi di cambiare questa decisione che avete preso, perché siamo noi le persone che rappresentate. Siamo noi i membri dell’Academy, siamo filmmaker – quelli che ideano, creano, presentano e guadagnano da vivere nell’industria del cinema e che sostengono l’Academy.

È importante che l’Academy capisca quanto sorprendente e senza precedenti è stata questa decisione. […] La missione dell’Academy è di rappresentarci e di rendere onore ai nostri traguardi. Per favore tornate sui vostri passi, rispettate questa missione e rendete onore a tutti i filmmaker durante la trasmissione, come ha sempre fatto l’Academy in passato.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

La 91esima edizione degli Oscar si terrà il 24 febbraio in diretta dal Dolby Theatre presso Hollywood & Highland. Quest’anno non vi sarà un conduttore principale: la cerimonia verrà presentata da un gruppo di personaggi del mondo dello spettacolo.

Trovate tutte le notizie sulla corsa agli Oscar nella nostra sezione speciale!