Sidney Sheinberg è morto a 84 anni. La notizia è stata data da suo figlio, il produttore e regista Jon Sheinberg, su Instagram.

Professione avvocato, Sheinberg è stato presidente e direttore operativo degli Universal Studios e della Music Corporation of America per ben quarant’anni. Durante la sua amministrazione ha trasformato la Universal in una delle major più importanti di Hollywood, ed è stato uno dei mentori di Steven Spielberg affidandogli il suo primo lavoro come regista televisivo e producendo pellicole come Lo Squalo, E.T. – L’Extraterrestre, Jurassic Park, Schindler’s List e Ritorno al Futuro. Nella sua lunga carriera ha anche negoziato l’acquisizione della Motown Records (1988) e della Geffen Records (1990), ha dato consigli rimasti inascoltati (suggerì a Spielberg di intitolare Ritorno al Futuro “Space Man from Pluto”) e ha combattuto dure battaglie, come quella con Terry Gilliam sul final cut di Brazil. Nel 1990 vendette la MCA e la Universal alla giapponese Matsushita Electric per 6.6 miliardi di dollari, rimase nell’azienda per altri cinque anni (durante i quali la compagnia passò nelle mani di Edgar Bronfman Jr.). Nel decennio successivo produsse film insieme al figlio attraverso la loro casa di produzione The Bubble Factory.

“Siamo rattristati dalla morte di Sid Sheinberg e i nostri pensieri sono con la sua famiglia e i suoi cari,” ha dichiarato Ron Meyer, vice chairman di NBCUniversal. “Farà per sempre parte dell’eredità di Universal Studios, i suoi contributi all’industria non verranno mai dimenticati”.

“Il mio cuore è spezzato nell’apprendere questa notizia,” ha dichiarato Steven Spielberg. “Per ora lasciatemi solo dire che Sid aveva una grande personalità e un cuore tenero. Era l’uomo più alto e onesto che abbia mai conosciuto. Ha dato vita alla mia carriera e ha reso la Universal la mia casa. Mi ha dato ‘Lo Squalo’, e io gli ho dato ‘E.T.’, e lui mi ha dato ‘Schindler’s List’. Siamo stati un team per 25 anni e lui è stato un mio carissimo amico per 50. Non riesco a immaginare di accettare il fatto che Sid se ne sia andato. Gli sarò debitore per il resto della mia vita, molto più di quanto io riesca a esprimere.”

La Amblin ha aggiunto su Twitter: “Siamo profondamente rattristati nell’apprendere della morte di Sid Sheinberg. Se non avesse riconosciuto il talento in un giovane uomo con il sogno ricco di passione di diventare un regista, non avremmo avuto la carriera impressionante di Steven Spielberg.”

 

 

Consigliati dalla redazione