Prima che Harry Potter e la Pietra Filosofale entrasse in produzione, Bruce Springsteen scrisse una canzone dedicata alla saga dopo aver letto alcuni dei libri di J.K. Rowling ai suoi figli.

Era stata proprio la Warner Bros. a commissionare una canzone al cantante con la speranza di poterla usare per la promozione del film, nei titoli di coda o nel film stesso. Alla fine, però, lo studio dovette rifiutare a causa di una clausola nel contratto di J.K. Rowling secondo cui gli adattamenti cinematografici non avrebbe dovuto fare uso di musica commerciale. La ballata non superò pertanto mai la fase di demo, restando confinata negli archivi del cantante e della Columbia Records.

Stando a quanto sostenuto da The Wrap, la canzone ha finalmente trovato un nuovo posto dopo 18 anni. Sarà infatti inclusa tra i titoli di coda di Blinded by the Light, un film tratto dal libro di memorie di Sarfraz Manzoor, “Greetings from Bury Park”, già mostrato al Sundance e al CinemaCon.

Potete ascoltarla qui di seguito.

 

 

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!