L’ossessione di Hollywood per evitare la diffusione di spoiler ha ormai ampiamente superato i confini del settore cinefumettistico o starwarsiano.

A riprova di ciò, la recente lettera diffusa da Quentin Tarantino a margine della presentazione di C’Era una Volta a… Hollywood avvenuta in quel di Cannes o l’embargo che Netflix ha fatto firmare ai giornalisti sul red carpet di Finché Forse non Vi Separi, la commedia con Ali Wong e Randall Park. Nello specifico non si poteva menzionare che Keanu Reeves, la cui presenza nel lungometraggio è rivelata già dal trailer, interpreta sé stesso e che la canzone finale è intitolata “I Punched Keanu Reeves”.

L’Hollywood Reporter ha parlato di ciò con due registi che, dell’argomento, sono decisamente esperti: i fratelli Russo.

Joe Russo: È questo il mondo in cui viviamo oggi. Non possiamo controllare internet. È una creatura a sé. Che si tratti di un intento malevole o del desiderio compulsivo di rivelare dei punti cardine della storia alla base di un contenuto di cultura pop, volevamo essere sicuri di richiedere un certo livello di decoro nel come dialogarne a proposito.

Anthony Russo: Chiaramente rispettiamo l’idea che quando una persona ha visto un film poi abbia voglia di parlarne, discuterne, condividere la propria esperienza. È un passo importantissimo del processo. Però abbiamo voluto cercare di stabilire una sorta di finestra temporale in cui consentire alle persone di vivere liberamente l’esperienza filmica.

La finestra temporale di questo embargo sugli spoiler di Avengers: Endgame, come noto, è durata per due settimane, fino all’arrivo del nuovo trailer di Spider-Man: Far From Home, anche se i registi puntavano a una soglia di tre settimane. Come sottolineano i filmmaker “Una finestra di due settimane è il massimo che la società pare concederti”.

Anthony e Joe Russo sono convinti che lo standard dei 15 giorni spoiler free diventerà la prassi per le pellicole soggette a questo tipo di vulnerabilità.

Avengers: Endgame è al cinema dal 24 aprile.

LEGGI ANCHE

Il film è stato diretto da Anthony e Joe Russo ed è stato scritto da Christopher Markus e Stephen McFeely. Tra i produttori esecutivi anche Jon Favreau, regista dei primi due Iron Man.

Consigliati dalla redazione