Giugno si chiude con una crescita negli incassi al box-office italiano rispetto all’anno scorso: 25.2 milioni di euro contro i 22.4 del 2018, quando l’assenza di titoli di rilievo oltre a Jurassic World – Il Regno Distrutto (dovuta ai Mondiali di calcio) aveva avviato una stagione estiva davvero deprimente.

Toy Story 4 vince l’ultimo weekend di giugno, con 1.6 milioni di euro e un totale di 2 milioni di euro in cinque giorni (è uscito mercoledì). È una cifra più bassa dell’esordio del terzo episodio, che nel luglio 2010 raccolse quasi 3.8 milioni di euro (4.6 in cinque giorni).

Seconda posizione per Arrivederci Professore, che con 263mila euro arriva a sfiorare il milione complessivo. Apre al terzo posto Nureyev – The White Crow, con 235mila euro in quattro giorni. Quarta posizione per Aladdin, che incassa 173mila euro e sale a 14.8 milioni di euro. Al quinto posto Pets 2 – Vita da Animali incassa 172mila euro e sale a 3.1 milioni di euro.

Debutta al sesto posto La mia Vita con John F. Donovan, che incassa 126mila euro in quattro giorni. Settima posizione per Wolf Call – Minaccia in Alto Mare, che incassa 118mila euro in quattro giorni, mentre all’ottavo posto X-Men: Dark Phoenix grazie a 116mila euro sfiora i 2.5 milioni complessivi.

Chiudono la top-ten La Bambola Assassina, con 107mila euro e un totale di 585mila euro, e Il Traditore, con 68mila euro e un totale di 4.3 milioni di euro.