Tenet, la nuova misteriosa pellicola di Christopher Nolan, sta “prendendo forma” in quel di Tallin, in Estonia.

Le riprese del film, lo ricordiamo, si terranno parzialmente proprio nella capitale del paese citato in virtù degli ottimi incentivi fiscali garantiti alla Warner Bros.

Bonus necessari a quella che si prospetta come l’opera più costosa, dopo il terzo Batman, fra quelle realizzate dal regista inglese.

Circa un mese fa, l’Estonian Public Broadcasting (ERR), riferiva appunto di un forte sgravio fiscale concesso dal ministro dell’economia Martin Helme perché parte del progetto venga girato in Estonia. “L’Estonia otterrà moltissimo da questo investimento,” spiega Helme. “Da un lato, parte del sostegno che forniremo tornerà indietro sotto forma di tasse, dall’altro verranno creati posti di lavoro e introiti in diversi settori, dall’industria cinematografica a quella del catering”. L’importo del finanziamento è di 5.6 milioni di dollari, e il budget allocato dalla Warner per la porzione di riprese in Estonia è di 18.5 milioni di dollari su un totale di circa 225 milioni di dollari (solo Il Cavaliere Oscuro – il Ritorno costò di più): è già stato annunciato che l’ultimo giorno di giugno verranno chiuse alcune strade nei pressi di Tallinn, tra cui buona parte dell’autostrada Pärnu. Nolan e i protagonisti John David Washington e Robert Pattinson sarebbero già nella Capitale in vista dell’inizio delle riprese.

Nei giorni scorso, Twitter è stato invaso da una serie di foto e video dal set in esterni del film.

Qua sotto vi proponiamo una rassegna di quanto approdato sulla popolare piattaforma social:

 

 

Dopo la tappa estone, la lavorazione si sposterà in Italia:

 

Tenet: Christopher Nolan tornerà al cinema nel 2020!

Nel cast della pellicola, scritta e diretta da Nolan e della quale non sappiamo nulla a livello di trama, oltre a Washington e Pattinson vi saranno Elizabeth Debicki, Aaron Taylor-Johnson, Michael Caine, Kenneth Branaghm, Clémence Poésy e Dimple Kapadia.

Alla fotografia vi sarà Hoyte van Hoytema, mentre Ludwig Göransson si occuperà delle musiche.

L’uscita è prevista per il 17 luglio 2020.

Consigliati dalla redazione