Bruce Campbell, lo storico attore-feticcio di Sam Raimi, ha dei cammei in tutti e tre i film di Spider-Man diretti dal regista.

Da anni si specula in giro sul fatto che, nel quarto lungometraggio dell’Uomo Ragno che Raimi non ha mai diretto, avrebbe dovuto interpretare Mysterio.

Durante il Comic-Con di San Diego, l’attore ha messo a tacere, si spera una volta per tutte, l’indiscrezione:

È una st**nzata che si può leggere sul wordl wide web delle st**onzate.

Ecco il video:

 

 

Spider-Man: Far From Home in realtà mostra a tutti come vengono realizzati i cinecomic (attenzione spoiler!)

Nel creare un grandissimo universo di storie che contiene e tiene uniti personaggi diversi con avventure diverse dotate di toni diversi, la Marvel sta anche coprendo tutto lo spettro del cinema. A partire dall’action movie classico per sfociare nelle commedie dichiarate, nel cinema di spionaggio e nel teen movie, con molta calma cerca di coprire tutte le basi. Con l’ultimo film dell’Uomo Ragno va un po’ più in là ancora e spiega a tutti la maniera in cui il film stesso è realizzato, proseguendo la grandissima tradizione di film che mettono in scena la maniera in cui i film sono fatti. Spider-Man: Far From Home sotto mentite spoglie è un tutorial sulle tecniche che servono a realizzare cinecomic. Cosa ancora più interessante dichiara apertamente la falsità di questo genere e l’ingannevolezza insita nelle immagini.

[…]

Chris McKenna, Erik Sommerse Jon Watts orchestrano una messa in scena che mostra come un outsider, per far sentire la propria voce, debba inscenare qualcosa di estremamente spettacolare, esotico, un filo emotivo ma soprattutto ingannevole e finalizzato a lavorare su quella parte delle aspirazioni del pubblico che abbia a che vedere con la sicurezza, la fantasia e l’esagerazione.

Un cinecomic.

CONTINUA A LEGGERE IL NOSTRO SPECIALE!

Spider-Man: Far From Home: altri speciali

Consigliati dalla redazione