La Universal Pictures ha deciso di cancellare l’uscita di The Hunt, thriller di Craig Zobel prodotto dalla Blumhouse, dopo le ultime sparatorie El Paso (Texas), Dayton (Ohio) e Gilroy (California) e le polemiche sollevate da Donald Trump, che su Twitter ha attaccato la “Hollywood liberale” affermando che il film avrebbe causato caos e “creato violenza della quale avrebbero incolpato altri”.

La Universal ha diffuso un comunicato ufficiale per spiegare la decisione:

Sebbene avessimo già fermato la campagna promozionale del film, dopo attente riflessioni abbiamo deciso di cancellare i nostri piani di distribuzione. Siamo vicini ai nostri filmmaker e continueremo a distribuire film di creatori visionari e coraggiosi, come quelli che hanno realizzato la satira sociale alla base di questo thriller. Capiamo però che ora non è il momento giusto per distribuire il film.

Secondo l’Hollywood Reporter, la decisione non è stata semplice ed è stata presa dai filmmaker e da Donna Langley della Universal.

Scritto da Damon Lindelof e Nick Cuse, The Hunt è un adattamento del classico racconto La partita più pericolosa, di Richard Connell (1924). La storia è incentrata su un gruppo di 12 americani estranei tra loro che vengono “liberati” in un luogo anonimo inconsapevoli di essere le prede di cacciatori appartenenti all’elite di miliardari. Nel cast Emma Roberts, Justin Hartley, Glenn Howerton, Betty Gilpin e Hilary Swank.

The Hunt doveva uscire il 27 settembre negli USA, ma a questo punto difficilmente uscirà nelle sale cinematografiche: molto probabilmente arriverà direttamente in streaming, forse come film originale della piattaforma NBCUniversal che aprirà prossimamente.

Consigliati dalla redazione